Home / Strategie marketing per PMI / Ticino peggior allievo: più fallimenti e meno impresa

Ticino peggior allievo: più fallimenti e meno impresa

Nel nostro Cantone, nel 2016, i fallimenti sono cresciuti del 10% mentre l'iscrizione di nuove imprese al registro di commercio è crollata del 12%

Tra gennaio e novembre dell’anno scorso, circa 6’000 imprese svizzere hanno dovuto chiudere i battenti. Secondo i calcoli delle società d’informazioni aziendali Bisnode, il numero di liquidazioni è in aumento dell’ 8% rispetto allo stesso periodo riferito al 2015.

Nel dettaglio, i fallimenti per motivi organizzativi (secondo l’articolo 731b del codice delle obbligazioni) sono aumentati del 19% a raggiungere i 1’754 casi., mentre le liquidazioni per insolvenza, sono cresciute del 5% raggiungendo i 4’192 casi.

Le regioni in cui l’aumento è stato più netto sono la Svizzera orientale (+11%), il sud-ovest del paese (+10%) e il Ticino (+10%). Solo la Svizzera centrale ne esce vincente, con una diminuzione dei casi del 5%. A livello cantonale, sono 16 i cantoni ad accusare un aumento delle liquidazioni di società.

Per quanto riguarda la creazione di imprese, Bisnode constata che globalmente la Svizzera ha vissuto un aumento del 2% delle iscrizioni al registro di commercio, rispetto al periodo gennaio-novembre 2015. Il totale raggiunge quindi 37’215. Il Ticino si dimostra il peggior allievo, con un crollo di nuove iscrizioni dell’ordine del 12%. La Svizzera del sud-ovest è invece la secchiona della classe in questa categoria, con un incremento del 6%. A seguire l’Altopiano e la regione di Zurigo, con +3% ognuno. Da notare che su scala cantonale, Appenzello Interno registra un balzo avanti di più di un terzo (35%).

Potrebbe interessarti anche:

Un 2017 propizio per le imprese

Per economie suisse nell'anno che verrà il Pil crescerà, mentre la disoccupazione subirà una battuta d'arresto

Le imprese svizzere dovrebbero continuare beneficiare della ripresa per il prossimo anno. Secondo le previsioni …