• Frontalieri: svolta storica

    Finalmente l'Agenzia delle Entrate chiarisce la definizione di lavoratore di fascia: i 20 km sono dal confine e non dal cantone d'impiego

    Finora, come frontaliere, era considerato il lavoratore dipendente in Svizzera con residenza in un C…

  • Jacob Safra nel mirino delle autorità tedesche

    Il proprietario di J. Safra Sarasin accusato di frode dall'imprenditore tedesco Erwin Müller

    Le autorità giudiziarie di Colonia hanno aperto un’inchiesta nei confronti di Jacob Safra, proprieta…

  • Voluntary Disclosure e Wealth Management

    Il convegno dell'8 maggio a Padova organizzato dallo Studio Legale Withers, Sinergia Formazione e Unione Fiduciaria

    Lo Studio Legale Withers, in collaborazione con Synergia Formazione e Unione Fiduciaria, organizza u…

  • Bernardino Bulla nuovo presidente di BancaStato

    Fabrizio Cieslakiewicz nuovo direttore generale

    Dal prossimo primo luglio Bernardino Bulla passerà, da  presidente della direzione generale, a  nuov…

Svizzeri all’estero: niente carta di credito

Postfinance ha abolito, nel 2015, l'erogazione di carte di credito per i clienti che vivono oltre confine. C'è bisogno di una soluzione

Postfinance non sarà denunciata dagli svizzeri all’estero che, indignati di non aver diritto a una carta di credito, avevano minacciato di citare l’istituto in giudizio. La maggioranza avrebbe, alla fine, deciso di privilegiare la via del dialogo. Il Consiglio degli svizzeri all’estero (CSE) scrive, in un comunicato, che è necessario …

Maggiori dettagli

Le banche europee guardano offshore

I grossi gruppi europei hanno dichiarato presso paradisi fiscali il 26% dei loro utili

Le venti maggiori banche dell’Ue dichiarano un quarto dei loro utili in paradisi fiscali. Lo rivela uno studio della ONG britannica, Oxfam. I Paesi off-shore preferiti sarebbero Lussemburgo, Hong Kong e Irlanda. L’ONG, che pubblica l’indagine con la rete Fair Finance Guide International, spiega che gli istituti di credito europei …

Maggiori dettagli

McDonald’s Svizzera: più fatturato nonostante il franco

Nel 2016 aumento del giro d'affari dell'1%, ovvero di 7 milioni. Soffrono il franco le zone di frontiera

McDonald’s Svizzera, con 165 sedi e 275’000 utenti al giorno, nel 2016 ha aumentato il fatturato di 7 milioni rispetto all’anno precedente, portandolo a 709 milioni di franchi, malgrado il franco forte. Questa leggera crescita sarebbe dovuta, dice l’azienda, allo sviluppo di McCafé, al nuovo menu Big Bang al prezzo …

Maggiori dettagli

L’atmosfera è cambiata

Analisi di Gianluigi Mandruzzato – BSI Macro&Fixed Income Analysis

Dopo anni di false partenze, pare davvero che l’economia mondiale stia ritrovando slancio. I dati economici stanno migliorando da qualche mese a questa parte e nelle ultime settimane hanno preso ulteriore vigore. Un altro aspetto incoraggiante per le prospettive di crescita a livello globale è che il miglioramento è diffuso …

Maggiori dettagli

Franco forte, più investimenti a rischio

L'apprezzamento della divisa nazionale consente all'istituto d'emissiono collocamenti più rischiosi rispetto alle sue omologhe europee

La sopravvalutazione del franco consente alla Bns di detenere una parte maggiore di piazzamenti in attivi rischiosi rispetto alle sue omologhe europee. Lo ha spiegato il responsabile dei mercati finanziari,operazioni bancarie e informatiche presso la Banca nazionale, Andréa Maechler.  Gli investimenti in azioni rappresentano, al momento, il 20%. La diversificazione …

Maggiori dettagli

Thiam: sette milioni in meno del 2015

All'ingresso in Credit Suisse, il Ceo aveva ricevuto una remunerazione molto alta a titolo di indennizzo per aver lasciato Prudential

L’anno scorso, lo stipendio del numero uno di Credit Suisse è stato un po’più povero di quello del 2015: 11,9 milioni contro i 18,9 dell’esercizio precedente. Tidjane Thiame, entrato per sostituire Brady Dougan nel luglio del 2015, aveva ricevuto 14,3 milioni a titolo di indennizzo per aver lasciato Prudential e …

Maggiori dettagli

Credit Suisse: deficit da 2,7 miliardi

Risultati peggiori del previsto a causa di un aumento degli accantonamenti per le multe negli Usa

Che ci fosse una perdita nei risultati di Credit Suisse del 2016 lo si sapeva, ma non così consistente. Il secondo istituto elvetico fa sapere che l’anno scorso il deficit è stato del 2,71 miliardi di franchi, senza contare che l’anno precedente aveva riportato un buco da 2,944 miliardi. A …

Maggiori dettagli

Listino prezzi diamanti

Colore Purezza Carati 0,50 Carati 0,75 Carati 1,00 Carati 1,50
River D
VVS1 3.567fr 6.521fr 18.391fr 36.448fr
VVS2 2.954fr 5.517fr 16.051fr 31.265fr
VS1 2.619fr 5.099fr 13.487fr 27.253fr
VS2 2.452fr 4.681fr 11.927fr 24.243fr
River E
VVS1 3.065fr 5.685fr 15.939fr 31.098fr
VVS2 2.675fr 5.267fr 13.041fr 26.584fr
VS1 2.452fr 4.849fr 11.927fr 24.912fr
VS2 2.229fr 4.431fr 10.589fr 21.902fr
Top Wesselton F
VVS1 2.787fr 5.267fr 13.376fr 26.584fr
VVS2 2.564fr 4.681fr 11.927fr 23.073fr
VS1 2.341fr 4.431fr 10.923fr 21.902fr
VS2 2.118fr 4.180fr 9.586fr 19.729fr
Top Wesselton G
VVS1 2.508fr 4.849fr 11.704fr 22.738fr
VVS2 2.341fr 4.347fr 10.589fr 20.398fr
VS1 2.229fr 4.096fr 9.586fr 19.060fr
VS2 2.006fr 3.845fr 8.806fr 18.057fr
Tutti i nostri diamanti sono certificati da primari Istituti riconosciuti internazionalmente (H.R.D., G.I.A., I.G.I.) e sono "Diamanti Etici" cioè importati esclusivamente con certificato di origine secondo le 4 risoluzioni ONU che ne garantiscono, in primis, la provenienza totalmente legittima. Rispettano infine il "Best Diamond Trade Practice" contro lo sfruttamento del lavoro minorile.
Siamo membri della più antica Borsa Diamanti di Anversa e possiamo reperire qualsiasi diamante, di qualsiasi purezza, colore e caratura, a prezzi concorrenziali.


Listino prezzi oro

Tipo Peso Prezzo
lingotto oro 999,9 mint
10 gr spot + 5,00%
20 gr spot + 4,50%
50 gr spot + 4,00%
100 gr spot + 3,00%
lingotto oro 999,9 cast
250 gr spot + 2,00%
Tutti i lingotti sono prodotti e marchiati da primaria Fonderia (Argor-Heraeus) con inscritto il titolo (999,9). Per chi è già nostro cliente, possibilità di comprare oro fisico a prezzo spot (senza ricarico).


Per maggiori informazioni visita il nostro sito internet www.esinv.ch oppure chiamaci
Logo IDB

Via G.B. Pioda 8, CH-6900 Lugano
Per informazioni: tel. +41 91 921 13 80 oppure www.esinv.ch