Home / Notizie Finanziarie / Wegelin: previsioni dell’ultimo bollettino finanziario

Wegelin: previsioni dell’ultimo bollettino finanziario

L’ultimo bollettino finanziario di Wegelin & Co. fa una valutazione dei mercati azionari schierando su una posizione ottimistica.
Uno dei fattori positivi registrabili è che le imprese hanno imparato ad adattarsi rapidamente a nuove situazioni, soprattutto grazie a riduzioni di capacità e a misure in grado di incrementare la produttività.
Tuttavia secondo il dottor Konrad Hummler, autore del bollettino finanziario, il motivo per essere ottimisti sta nel fatto che alle generazioni della globalizzazione si aprono più possibilità di sviluppo, di adattamento e di innovazione. Infatti la capacità di adattamento è un fattore che nel mercato non deve affatto essere sottovalutata.

Tuttavia, un’analisi al solo livello macroeconomico non è sufficiente per una valutazione positiva, soprattutto tenendo in considerazione i pericoli venutisi a creare negli ultimi mesi.
I rischi che persistono sono: un forte peggioramento dell’indebitamento della mano pubblica, aiuti statali ad imprese insolventi – dove lo stato cade in una trappola di complessità – insicurezze politico-monetarie e una nuova smania di regolamentazione da parte della politica.
Esistono, però, anche svariate possibilità da sfruttare: una relativa stabilizzazione del mercato immobiliare statunitense e dell’attività interbancaria, l’eliminazione del rischio immediato di fallimento e la curva positiva dei tassi d’interesse. Il fatto che a livello mondiale ci siano ancora enormi quantità di liquidità sui conti, che presto o tardi potrebbero immettersi sui mercati, può avere ulteriori effetti positivi sulle azioni. L’elemento decisivo sarà però in che misura il settore privato saprà trovare la via d’uscita dalla recessione attraverso l’attività d’investimento.

Potrebbe interessarti anche:

Per gli esperti della Confederazione Pil al 2,9%

La buona situazione economica internazionale fa fiorire il commercio estero e gli investimenti delle imprese.

Il gruppo di esperti della Confederazione rivede nettamente al rialzo, dal 2,4 % al 2,9 …