Home / Ticino Arte / Al Lac la musa artista: Meret Oppenheim

Al Lac la musa artista: Meret Oppenheim

Fino al 28 maggio un percorso espositivo dedicato alla bellissima artista surrealista e sperimentatrice

Fino al 28 maggio la stravaganza di Meret Oppenheim (1913-1985) sarà esposta al LAC in un percorso che ripercorre la vita di una musa, ma altresì artista, del Novecento. Oppenheim è sicuramente una delle icone del surrealismo che è stata capace di ricercare e portare alla luce i suoi tratti più autentici in maniera autonoma.

L’esposizione al Polo culturale di Lugano rende omaggio anche alle innumerevoli relazioni di questa donna con  a grandi nomi dell’arte della sua epoca come  Man Ray, Marcel Duchamp, Max Ernst, Alberto Giacometti, Jean Arp e altri ancora. A testimonianza ci sono opere  e fotografie che fanno comprendere il pensiero e l’inclinazione di Meret al surrealismo.

Non solo una Meret Oppenheim modella, data la sua affascinante e inarrivabile bellezza, ma  l’opera di una donna che anticipava i tempi con sfrontatezza: creazioni rimandanti al sogno,  all’erotismo anche feticsta, alla figura femminile magica, alla Natura come madre. Non mancano sperimentazioni astrattiste sottolineata dai paralleli con opere di Daniel Spoerri, Birgit Jürgenssen, Robert Gober e Mona Hatoum.

Potrebbe interessarti anche:

Art Basel Hong Kong e il mercato dell’arte asiatica

Il mercato cinese, secondo i dati concessi dal report redatto da Ubs e la direzione di Art Basel, già dallo scorso anno ha riacquisito la seconda posizione all’interno della classifica dei paesi che hanno il maggior impatto sul mercato dell’arte.

Pochi giorni fa si è chiusa la sesta edizione di Art Basel Hong Kong che …