Home / Notizie Finanziarie / Crescita mondiale: Fmi fiducioso

Crescita mondiale: Fmi fiducioso

Il Fondo monetario rileva una maggior crescita, ma è preoccupato per una possibile guerra commericiale

Per la prima volta in due anni, il Fondo monetario internazionale si rivela più ottimista sulla crescita globale pur preoccupandosi per una possibile guerra commerciale data dall’attuale protezionismo tra Europa e Stati Uniti. Questo emerge dal nuovo rapporto semestrale sulla congiuntura discusso ieri in occasione della riunione di primavera a Washington.

Dopo una progressione del 3,1% nel 2016, il Pil mondiale dovrebbe aumentare del 3,5% quest’anno, con un miglioramento dello 0,1% rispetto alle previsioni dello scorso gennaio.

È la prima volta dal 2014 che l’istituzione rileva un miglioramento: “L’attività economica mondiale sta accelerando grazie alla ripresa, attesa da lunga data, dell’investimento, della produzione manifatturiera e del commercio”, scrive il Fondo.

Per quest’anno le previsioni per la zona euro parlano di un incremento del Prodotto interno lordo dell’1,7, soprattutto in Francia e Germania, dell’1,2% in Giappone, del 6,6% in Cina e del 2,3% negli Usa.

Nonostante Brexit, l’economia britannica dovrebbe progredire del 2%, di circa 0,5punti in più delle rilevazioni precedenti. Secondo il Fmi gli effetti negativi della Brexit avranno una “materializzazione pi graduale del previsto”.

Tra le buone notizie c’è anche l’evoluzione della Russia e del Brasile che quest’anno dovrebbero tornare a crescere dopo la forte recessione, trainando i Paesi emergenti.

Tuttavia l’ottimismo è frenato dall’effetto Trump che ha più volte minacciato i suoi partner, tra cui la Cina, il Messico e la Germania, di misure restrittive sui commerci. A detta del fondo, questa inclinazione al protezionismo potrebbe far scatenare una vera e propria guerra commerciale.

Potrebbe interessarti anche:

1MDB: liberato ex banchiere Falcon

Il primo banchiere svizzero ad essere arrestato per il caso 1MDB è stato rilasciato ed …