Home / Notizie Finanziarie / Nestlé: stagnano le cifre d’affari

Nestlé: stagnano le cifre d’affari

Il colosso alimentare svizzero ha generato 21 miliardi di vendite, ma il cambio e le cessioni hanno inflienzato negativamente gli affari

Nel primo trimestre Nestlé ha generato cifre d’affari per 21 miliardi, rimanendo praticamente stabile nel giro di un anno, in leggero rialzo dello 0,4%. Le vendite si situano nella forchetta bassa delle previsioni degli analisti interpellati dall’AWP. La direzione conferma, in un comunicato, i suoi obiettivi per l’esercizio in corso.

A influenzare negativamente i risultati sono stati i tassi di cambio e le cessioni rispettivamente dello 0,4% e dell’1,5%. La crescita organica si è fissata al 2,3% conformemente alle attese del gruppo per il 2017 e superiore alle aspettative degli analisti sui primi tre mesi. L’anno scorso, nel primo trimestre, la percentuale si attestava al 3,9%.

La progressione organica delle cifre d’affari è stata dello 0,8% nei paesi industrializzati contro l’1,7% dell’anno scorso. Sui mercati emergenti è stata del 4,3%, in calo rispetto al 5,6% del primo trimestre 2016. La crescita interna reale, s’iscrive all’1,3% contro il 3% di dodici mesi fa.

Geograficamente, le Americhe hanno fatto la parte del leone nelle cifre d’affari, con un apporto di 6,2 miliardi, in calo comunque del 3%. La crescita organica è stata quasi nulla, mentre quella interna è scesa dell’1,4%.

Meglio è andata in Europa, Medio Oriente e Africa del Nord, dove le vendite sono progredite dell’1,7%. Il gruppo evidenzia, però, un’erosione delle entrate del 7%  a 4 miliardi. Al contrario, in Asia, Oceania e Africa sub sahariana si è registrata una crescita organica del 4,5%.

Potrebbe interessarti anche:

Addio Madame L’Oreal

Addio all'ereditiera che ha guidato per una vita L'Oreal. Era la donna più ricca del mondo

Se ne va la donna più ricca del mondo, la seconda persona più facoltosa della …