Home / Notizie Finanziarie / Credit Suisse: voto per aumento di capitale

Credit Suisse: voto per aumento di capitale

Gli azionisti sono riuniti in assemblea straordinaria dopo la decisione di abbandonare l'entrata in Borsa del ramo svizzero del gruppo

A sole tre settimane dall’assemblea generale, gli azionisti di  Suisse sono di nuovo convocati a Zurigo in una riunione straordinaria. L’istituto sottomette al voto l’aumento di capitale, dopo la scelta di abbandonare il piano di entrata in Borsa parziale della sua unità elvetica.

Nell’ottobre 2015, il numero due bancario svizzero ha annunciato il suo progetto di cessione di una partecipazione (IPO) dal 20 al 30% di Credit Suisse (Svizzera) per consolidare il bilancio. Lo scorso aprile la banca ha cambiato idea dichiarando che conservare il 100% della banca svizzera togliendone del capitale costituisce il miglior modo di procedere e porterà alla creazione di valore significativo per gli azionisti sul lungo termine.

La fonazione Ethos si dice sorpresa dai cambiamenti d’idea così repentini del gruppo e sottolinea come l’annuncio di abbandonare l’IPO sia stato dato solo due giorni prima l’assemblea ordinaria, nonostante fosse un’informazione cruciale che avrebbe potuto influenzare i voti.

Il nuovo aumento di capitale deve servire a finanziare la nuova strategia del gruppo, rispondere alle esigenze regolamentari in materia di fondi propri, ma soprattutto costituire l’ultima tappa della ricapitalizzazione avviata due anni fa.

Credit Suisse prevede di emettere fino a un massimo di 404 milioni di nuove azione di un valore nominale di 0,04 franchi. Operazione che deve permettere di portare il ratio fondi propri al 13,4% contro l’11,7% di fine marzo.

Potrebbe interessarti anche:

Lo stipendio degli impiegati di banca ristagna

Cresce però la soddisfazione reddituale mentre vacilla la politica dei bonus

Il sondaggio svolto tra febbraio e marzo dall’Associazione svizzera impiegati di banca su 4‘805 impiegati …