Home / Ticino Arte / Una mostra che è un macello

Una mostra che è un macello

Si vis pacem, para bellum è la mostra di Visarte all'ex Macello di Lugano. Dal 14 settembre

Il 14 settembre, in concomitanza con Wapart, Visarte, l’associazione di artisti professionisti riconosciuta a livello federale, inaugura un’esposizione all’Ex Macello di Lugano per celebrare l’ingresso dei curatori che operano per l’associazione, le nuove proposte espositive e i nuovi membri attivi.

La mostra, dal titolo “Si vis pacem, para bellum”, vanta la presenza di molti artisti: Ivana Falconi, Fabiola Di Fulvio, Patricia Jacomella Bonola, Laura Solari, Roberto Pellegrini, Raffaella Ferloni, Fiorenza Bassetti, Tommaso Donati, Yvonne Weber, Antonio Lüönd, Luisa Figini, Matteo Aroldi, Stefano Spinelli, Patrik Alvarez, Andreas Fischbach, Parapluie, Eleonora Meier, Lucas Herzig, Vichi Lonati, Vanessa Orelli e Gabriel Stoeckli.

Con un gioco di parole i tre curatori dell’allestimento, Antonella Barone, Simon David e Riccardo Lisi, hanno voluto mostrare il desiderio di affrontare a viso aperto l’eterogeneità delle concezioni artistiche anche nel medesimo territorio, esponendo oltre venti opere di artisti locali e non solo. Una mostra che coinvolge la figura del curatore come parte del processo creativo, assurgendo, in collaborazione con gli artisti, a creatore di mostre ed allestimenti.

Alla presenza del Sindaco Marco Borradori, del capo Dicastero attività culturali, sport e eventi Roberto Badaracco che hanno portato il loro saluto, Visarte ha voluto presentarsi e sottolineare alcuni aspetti per i quali si distingue e si impegna: l’importanza dell’arte e degli artisti del luogo per lo sviluppo del territorio.

Visarte ha celebrato l’anno scorso il 150esimo, fondata a Ginevra il 1° maggio 1866 come “Società svizzera dei pittori e degli scultori” ha tra i suoi obiettivi rafforzare ed incentivare la produzione artistica locale, sia arte intesa nel senso classico, così come l’interazione tra le diverse forme di espressione artistica, non da ultimo l’architettura; in quanto l’arte negli spazi pubblici conferisce una dimensione sensoriale.

I curatori sono entrati nel merito dei dettagli dell’allestimento raccontando la scelta di artisti ed opere e in chiusura, insieme ad alcuni artisti, hanno accompagnato i presenti a una visita guidata tra le opere.

L’allestimento all’Ex Macello di Lugano sarà inaugurato con un evento e il DJ agent Saturateur, giovedì 14 settembre alle ore 20:30 e rimarrà aperto al pubblico fino al 24 settembre.

Potrebbe interessarti anche:

Paesaggi e Territori la wunderkammer di Five Gallery

Dal 25 novembre al 28 febbraio presso la galleria di Via Canova 7

Si intitola Paesaggi e Territori la mostra che aprirà al pubblico dal 25 novembre 2017 …