Home / Notizie Finanziarie / Fmi più ottimista

Fmi più ottimista

Dopo un aumento del 3,2% nel 2016, il Pil mondiale dovrebbe progredire del 3,6% quest’anno e del 3,7% l’anno prossimo

Il Fondo monetario internazionale ha alzato le previsioni di crescita mondiale ma, di fronte alla persistenza di diversi rischi, esorta i paesi a mettere l’accento sulle riforme per garantire la ripresa.

Dopo un aumento del 3,2% nel 2016, il Pil mondiale dovrebbe progredire del 3,6% quest’anno e del 3,7% l’anno prossimo, con un leggero miglioramento di 0,1 punti sulle scorse stime di luglio.

Nel suo rapporto semestrale sulla congiuntura internazionale, il Fmi scrive che la ripresa mondiale prosegue e a un ritmo più rapido. Lo sottolinea lo stesso Maurice Obfstfeld, capo economista del Fondo, che evidenzia come “il quadro dell’economi mondiale è molto differente rispetto all’anno scorso quando la crescita era zoppicante e diverse turbolenze infastidivano i mercati finanziari”.

I paesi della zona euro, la Cina, il Giappone e gli Usa hanno contribuito a rialzare l’ottimismo del Fmi. Per il 2017 le previsioni sono lievitate rispettivamente, per questi Stati, del 2,1%, del 6,8%, dell’1,5% e del 2,2%.

A detta di Obstfeld, l’attuale accelerazione della crescita è la più significa dall’inizio del decennio e coinvolge un maggior numero di Paesi.

Potrebbe interessarti anche:

UBS: sempre più scetticismo sul futuro delle criptovalute

Durante la sua analisi settimanale dal titolo "A volte l'apparenza non inganna" lo Chief Investment Officer UBS WM Italy Matteo Ramenghi ha espresso alcune considerazioni riguardo al delicato tema delle criptovalute.

Il manager di UBS Matteo Ramenghi ha iniziato la sua analisi settimanale con alcune considerazioni riguardo …