Home / Notizie Finanziarie / Opec chiama Usa

Opec chiama Usa

L'Organizzazione degli esportatori di greggio chiedono agli Usa di frenare la produzione per il bene del mercato

A volte la realtà supera la fantasia. Nemmeno la mente più fantasiosa avrebbe mai pensato, fino a qualche tempo fa, che l’Opec chiedesse aiuto agli americani sul petrolio. Ebbene questo scenario sembra sempre più verosimile dal momento in cui l’Organizzazione degli esportatori di greggio propone un accordo con lo shale per limitare l’offerta.

Ed è proprio ai cosiddetti “frackers”, i gringo dell’oro nero, cui il segretario generale dell’Opec, Mohammed Barkindo, ha fatto appello per esortare ad essere responsabili per il bene della stabilità del mercato. Anche perché, come rivelato dallo steso segretario alla Reuters, nemmeno produttori americani sono esenti dal rischio di un ribasso.

Appello che è stato, almeno in parte, accolto da colossi come Continental Resources, Harold Hamm, Pioneer Natural Resources, Scott Sheffield. Le difficoltà nell’estrazione dello shale oil, infatti, è un deterrente naturale che porta ad un’automatica decelerazione della produzione nel Nord America.

Potrebbe interessarti anche:

Aumenta la disoccupazione ma non per tutti

Il tasso di disoccupazione generale è cresciuto del 3.1% solo nel mese di novembre

Questa mattina la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha comunicato che il tasso di disoccupazione …