Home / Notizie Finanziarie / Tante proposte per l’unione bancaria europea

Tante proposte per l’unione bancaria europea

Avanzate alla Commissione molte idee per accelerare il processo di un sistema bancario condiviso entro fine 2018

Senza un’unione bancaria non può esserci futuro per l’Ue. Questo è un pensiero ormai condiviso negli ambienti alti di un Unione europea sempre più minacciata da fenomeni come la Brexit. Per questo la Commissione ha presentato ieri una serie di proposte che possano portare alla svolta entro la fine dell’anno prossimo.

Tra le soluzioni avanzate c’è quella della creazione di un’assicurazione in comune dei depositi bancari e varie idee per arginare al massimo le sofferenze bancarie. Le idee non mancano: da quella di veicoli appositi per gestire crediti inesigibili, a misure dedicate ai mercati secondari, passando da paracaduti prudenziali per ovviare alla mancanza di sufficienti accantonamenti. Tuttavia non sarà facile trovare un compromesso, su vari fronti, con la Bce.

Come dichiarato dall’attuale presidente della Commissione, Valdis Dombrovskis, è essenziale che il sistema bancario in creazione  settore bancario capace di ridurre e condividere i rischi.

 

Potrebbe interessarti anche:

Aumenta la disoccupazione ma non per tutti

Il tasso di disoccupazione generale è cresciuto del 3.1% solo nel mese di novembre

Questa mattina la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha comunicato che il tasso di disoccupazione …