Home / Notizie Finanziarie / L’Ocse promuove la Svizzera

L’Ocse promuove la Svizzera

Grande resilienza da parte del nostro Paese, ma serve concentrarsi su una maggiore crescita produttiva e una miglior previdenza per la vecchiaia

Più crescita e concorrenze e meno ostacoli al commercio. Questi sono i consigli che l’Ocse dà alla Svizzera nel suo rapporto sulla politica economica del Paese che, in linea di massima, è valutata positivamente.

L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico rileva che negli ultimi anni l’economia svizzera ha dimostrato una notevole capacità di resilienza, soprattutto in relazione all’apprezzamento del franco. Anche la solida politica fiscale elvetica ha ricevuto elogi anche se sottolinea la necessità di garantire un finanziamento sostenibile della previdenza per la vecchiaia.

Per l’OCSE l’impegno della Confederazione deve concentrarsi sul rafforzare la concorrenza nei settori dell’energia, delle telecomunicazioni e dei trasporti, ridurre ulteriormente gli ostacoli agli scambi di beni e servizi e proseguire gli sforzi finalizzati a un migliore sfruttamento del potenziale di forza lavoro di donne, anziani e immigrati. Un punto di vista esterno che si accosta in gran parte con la politica di crescita del Consiglio federale e con l’iniziativa sul personale qualificato promossa da Confederazione, Cantoni e parti sociali.

Per quanto riguarda il sistema formativo svizzero l’Organizzazione lo reputa superiore alla media,anche se dovrà far fronte, come in altri Paesi, alla digitalizzazione. È quindi indispensabile interpretare i cambiamenti in corso in modo flessibile e proattivo per rafforzare l’intero sistema.

Potrebbe interessarti anche:

Ex quadro Ubs condannato per corruzione

Tre anni e mezzo di carcere per un ex banchiere dell'istituto elvetico a Hong Kong

Un tribunale di Hong Kong ha condannato un ex quadro Ubs a tre anni e …