Home / Notizie Finanziarie / Ogni banca centrale la sua criptovaluta

Ogni banca centrale la sua criptovaluta

Questa l'opinione del presidente di Ubs, Axel Weber, nonostante il sistema bancario non sia ancora pronto all'avvento delle divise virtuali

Il presidente di Ubs, Axel Weber, sta esortando le banche centrali a creare la propria versione di criptomoneta. Secondo quanto dichiarato dal patron di Ubs al Financial Times, gli istituti d’emissione dovrebbero considerare di coniare la loro moneta virtuale.

“Nonostante il settore pubblico guardi molto spesso ai rischi di questi nuovi metodi di pagamento, quello privato tende, invece, a vedere le opportunità che offrono” specifica Weber che sei anni fa era in corsa per diventare governatore della Bce.

I commenti, da parte dei vari banchieri europei, non sono tardati ad arrivare dopo che il Ceo di Ubs, Sergio Ermotti, ha affermato che i ricchi sarebbero affascinati dalle divise virtuali che, però, rappresentano una minaccia la sistema bancario tradizionale.

Il ramo private banking di Ubs deve ancora convincersi a puntare su queste valute, allertando sulla recente bolla bitcoin descritta recentemente in un report sulle criptomonete firmato Sundeep Gantori.

Nonostante il predominio di bitcoin il gruppo svizzero spinge sulla creazione di una nuova moneta virtuale. Su questo starebbe lavorando con altre banche tra cui Credit Suisse, Barclays e HSBC.

Potrebbe interessarti anche:

UBS: sempre più scetticismo sul futuro delle criptovalute

Durante la sua analisi settimanale dal titolo "A volte l'apparenza non inganna" lo Chief Investment Officer UBS WM Italy Matteo Ramenghi ha espresso alcune considerazioni riguardo al delicato tema delle criptovalute.

Il manager di UBS Matteo Ramenghi ha iniziato la sua analisi settimanale con alcune considerazioni riguardo …