Home / Notizie Finanziarie / Da Crédit Agricole a Next Bank

Da Crédit Agricole a Next Bank

L'entità svizzera del gruppo francese da oggi cambia insegna con una nuova strategia per la Confederazione, non solo per i finanziamenti

L’entità svizzera di Credit Agricole da oggi cambia nome in Crédit Agricole Next Bank e come tale si presuppone di sviluppare al massimo la sua rete nella Confederazione.

“Questo nuovo marchio segna una tappa molto importante nello sviluppo della banca e della sua storia” sottolinea a Le Matin Dimanche Catherine Galvez, direttrice generale di Crédit Agricole Finanziamenti (Svizzera), aggiungendo di aver compreso che la vecchia insegna, che mette in evidenza proprio il termine “finanziamenti” avrebbe potuto generare alcuni equivoci.

All’inizio, l’istituto era attivo in Svizzera principalmente con l’offerta dei crediti ipotecari per differenziarsi nel 2009 verso un modello di banca al dettaglio. Come spiega Galvez, il nuovo appellativo di Next Bank non ha solo lo scopo quello di far riferimento alle nuove tecnologie, ma anche di tradurre l’esigenza di modernità e vicinanza.

In totale Crédit Agricole prevede d’investire 30 milioni di franchi nel suo piano strategico per potenziare gli strumenti informatici, nuove soluzioni digitali e l’assunzione di nuovi collaboratori. Ad oggi il ramo svizzero del gruppo conta 200 persone, ma conta di arrivare a 250 entro il 2023.

Potrebbe interessarti anche:

UBS: sempre più scetticismo sul futuro delle criptovalute

Durante la sua analisi settimanale dal titolo "A volte l'apparenza non inganna" lo Chief Investment Officer UBS WM Italy Matteo Ramenghi ha espresso alcune considerazioni riguardo al delicato tema delle criptovalute.

Il manager di UBS Matteo Ramenghi ha iniziato la sua analisi settimanale con alcune considerazioni riguardo …