Home / Notizie Finanziarie / Eba all’ombra della Tour Eiffel

Eba all’ombra della Tour Eiffel

Parigi vince su Dublino: l'autorità bancaria europea sarà nella Ville Lumiere

Le istituzioni europee con base a Londra stanno ormai smantellando i loro uffici per trasferirsi sul Continente. Brexit è realtà, dunque l’Ue sta ridistribuendo le sedi tra le varie città europee. Fresca è la notizia che l’Ema, l’ European Medicines Agency, sia stata assegnata ad Amsterdam e non a Milano per un soffio, così come è novità che l’Eba, l’autorità bancaria europea, si stanzierà a Parigi, anche in questo caso per un gioco di estrazione a sorte.

L’Eba va a fare coerentemente compagnia all’Esma, l’autorità dei mercati finanziari, già nella Ville Lumiere. Due carte che la mettono in forte competizione con Francoforte per aggiudicarsi il titolo di nuova capitale finanziaria d’Europa. Se l’Eba fosse, invece, approdata sul meno, si sarebbe accostata all’autorità di vigilanza sulle banche in seno alla Bce, la Ssm, con cui alla lunga si sarebbe potuta addirittura fondere per staccarsi dall’istituto centrale, con grande gioia dei tedeschi. Ma così non è stato.

Sebbene Dublino, che si contendeva l’autority bancaria con Parigi, fosse considerata molto attraente per motivi di vantaggi fiscali dalle aziende, le banche preferiscono gli Champs-Élysées o Francoforte, dove già molti colossi hanno trasferito i loro scatoloni dalla City. Entrambe le città hanno intenzione, infatti, di sfruttare Brexit per creare un polo finanziario che potrà aprire nuove possibilità di lavoro e arricchire il settore immobiliare.

 

Potrebbe interessarti anche:

Aumenta la disoccupazione ma non per tutti

Il tasso di disoccupazione generale è cresciuto del 3.1% solo nel mese di novembre

Questa mattina la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha comunicato che il tasso di disoccupazione …