Home / Notizie Finanziarie / Svizzeri sempre più occupati

Svizzeri sempre più occupati

Il barometro dell'impiego del terzo trimestre è positivo: dopo due anni il secondario ricomincia a offrire lavoro

Negli ultimi tre mesi la crescita dell’impiego è stata dello 0,8% su base annua, per un totale di 4,956 milioni di addetti. Secondo la statistica dell’impiego è nel settore secondario che l’occupazione ha subito una battuta d’arresto, mentre nel terziario è stata osservata una crescita pari all’1,0%.

Nel periodo in rassega, gli addetti assunti a tempo pieno erano 3,871 milioni, in rialzo dello 0,5% sullo stesso trimestre del 2016. Al netto delle variazioni stagionali, l’occupazione totale ha subito un lieve incremento dello 0,3% rispetto al trimestre precedente. Nei settori secondario e terziario si osserva rispettivamente una progressione dell’occupazione dello 0,1 e 0,5%.

Per la prima volta dal secondo trimestre 2015 nel secondario la crescita dell’occupazione non è più negativa e mostra un rialzo nelle attività manifatturiere, ma un ribasso nelle costruzioni. Dal canto suo, l’andamento del terziario è stato prevalentemente positivo, ma un calo è stato accusato nel ramo trasporti e comunicazioni e in quello del commercio

Nel terzo trimestre l’andamento dell’occupazione presentava un quadro al rialzo in tutte le Grandi Regioni eccetto in quella del Lemano: su base annua è salita tra lo 0,5% della Svizzera orientale ed Espace Mittelland e il 2,7%  del Ticino. Nel secondario quattro Grandi Regioni, Lemano, Svizzera nordoccidentale, Zurigo e Svizzera orientale, hanno segnato una flessione e tre Grandi Regioni, Svizzera centrale, Espace Mittelland e Ticino, un aumento. Il terziario è, invece, ha progredito il numero degli addetti in tutte le Grandi Regioni.

Sono stati contati 4’000 posti liberi in più sulla piazza economica svizzera rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, vale a dire il 7,5% in più. La cifra dei posti liberi è aumentata soprattutto nel settore secondario, del 27,9%, e lievemente anche nel terziario, del 2,3%.

Per quanto riguarda le prospettive d’impiego, nel terzo trimestre le imprese che intendevano mantenere stabile il proprio organico negli ultimi tre mesi dell’anno rappresentavano il 73,4% dell’occupazione totale; quelle che prevedevano di aumentare gli effettivi rappresentavano il 9,3% degli addetti; quelle che prevedevano di ridurli rappresentavano il 5,0%; a non pronunciarsi il 12,2% delle 18’000 interrogate.

Continuano le difficoltà nel reclutamento di personale qualificato tanto da aumentare lievemente rispetto all’anno precedente.

Potrebbe interessarti anche:

Credit Suisse si rafforza in Cina

Il gruppo intende aumentare la partecipazione in Credit Suisse Funder Securities Limited dal 33% al 51%

Credit Suisse desidera aumentare la sua partecipazione dal 33% al 51% in Credit Suisse Funder …