Home / Notizie Finanziarie / Credit Suisse: nel 2018 boom di IPO

Credit Suisse: nel 2018 boom di IPO

La società zurighese Gategroup, che fornisce servizi all'industria dei viaggi, di proprietà del gruppo cinese HNA, sta valutando la quotazione.

Credit Suisse quest’anno prevede un boom delle Offerte pubbliche iniziali svizzere (IPO), cioè un’offerta al pubblico dei titoli di una società che intende quotarsi per la prima volta su un mercato regolamentato.

“Nella prima metà del 2018, si prevedono gli stessi o persino più IPO di quelli dell’intero 2017, si prospetta quindi un’accelerazione molto forte”, ha dichiarato giovedì ai giornalisti Jens Haas, responsabile del settore bancario svizzero.

Anche se non c’è ancora nessun nome sicuro possiamo affermare che la società zurighese Gategroup, che fornisce servizi all’industria dei viaggi, di proprietà del gruppo cinese HNA, sta valutando la quotazione.

L’anno scorso, Landis + Gyr ha raccolto 2,3 miliardi di franchi svizzeri (2,36 miliardi di dollari) nella più grande IPO del paese in 11 anni, mentre Galenica ha recuperato 1,9 miliardi di franchi, segnando due dei tre maggiori IPO europei nel 2017.

La seconda più grande banca svizzera ha dichiarato di aspettarsi che la leva finanziaria, così come le fusioni e le acquisizioni per le società di medie dimensioni, riprendano quest’anno, con una nota ottimistica sull’ambiente del investment banking del Paese.

Anche UBS ha dichiarato di aspettarsi un buon anno per le IPO svizzere nel 2018, grazia a una combinazione di grandi e piccoli affari che colpiranno il mercato.

Potrebbe interessarti anche:

Agosto: esportazioni statiche

Se l'export è rimasto immobile, le importazioni sono addirittura diminuite. Soffre il ramo chimico farmaceutico

Dopo una fase di crescita registrata fino a maggio 2018, il commercio estero svizzero ha …