Home / Notizie Finanziarie / EY: maggiore ottimismo per le banche svizzere

EY: maggiore ottimismo per le banche svizzere

Quasi il 90% delle banche private si dicono ottimiste, grazie all'esplosione del numero dei milionari e visto il cambiato atteggiamento del settore nei confronti dei regolatori.

Oramai sono passati 10 anni dall’ultima crisi finanziaria, il vento sta cambiando e anche le banche svizzere si sentono più sicure ed ottimiste. Infatti, oltre l’80% degli istituti di credito nel 2018 possono contare una crescita dei risultati operativi, contro il 68% rilevato nel 2017.

Ad indicarlo è la società di consulenza di fama mondiale EY (ex Ernst&Young).

Il barometro sulle banche pubblicato ieri da EY evidenzia come le diverse regolamentazioni che sono state aggiunte dopo la crisi abbiano pesato non poco sulla redditività dei numerosi istituti bancari. Il rilancio e la tenacia di cui hanno dato prova questi player del settore finanziario ha dato la giusta fiducia.

Patrick Schwaller, socio partner presso EY, afferma che l’88% delle banche private si dicono ottimiste, grazie all’esplosione del numero dei milionari e visto il cambiato atteggiamento del settore nei confronti dei regolatori.

Sono state intervistate 100 banche, tra cui UBS e Credit Suisse: l’87% ritiene il mercato finanziario più stabile oggi che prima del 2007. Un buon terzo (37%) crede persino alla fine dell'”inflazione normativa”, contro l’11% precedente.

Potrebbe interessarti anche:

Vontobel fonde alcune sue attività

Vontobel fonderà la sua boutique multi-asset class in una boutique quantitativa che opererà sotto l’insegna di Vescore

L’asset management di Vontobel è in procinto di fondere la sua boutique multi-asset class in …