Home / Notizie Finanziarie / Credit Suisse coinvolto nello scandalo venezuelano?

Credit Suisse coinvolto nello scandalo venezuelano?

Alcuni funzionari del defunto leader venezuelano Hugo Chávez avrebbero depositato diversi milioni di tangenti nei conti dell’istituto bancario elvetico.

Dalle casse della compagnia petrolifera statale venezuelana, la Petróleos de Venezuela S.A. (PDVSA), sarebbero defluiti più 10 miliardi dollari per essere spostati all’interno di alcuni conti bancari appartenenti ad alti funzionari del Governo. Da quanto si è appreso parte di questo denaro sarebbe stato versato all’interno di alcuni conti situati in Svizzera.

Infatti come riportato dal giornale svizzero tedesco Tages Anzeiger, gli Stati Uniti hanno aperto un’indagine riguardo un flusso di denaro di circa 27 milioni di dollari che sarebbe stato versato all’interno di alcuni conti presso l’istituto bancario Credi Suisse.

Sono 9 i conti correnti svizzeri messi sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti.

I proprietari sarebbero Nervis Villalobos, viceministro dell’Energia nel governo di Hugo Chavez e di altri quattro alti funzionari presso il Credit Suisse.

Il viceministro, che si sarebbe messo in tasca quasi più di un terzo della cifra, insieme ai tre funzionari del governo venezuelano al momento si trovano carcerati in Spagna ma gli Stati Uniti ne hanno già chiesto l’estradizione.

Stando a quanto dichiarato dagli investigatori americani gli indagati non si sarebbero rivolti direttamente all’istituto bancario elvetico ma avrebbero usato un fiduciario per compiere l’operazione.

Grazie all’aiuto di un funzionario del Credit Suisse il fittizio proprietario di questi conti sarebbe riuscito a falsificare diverse fatture per giustificare gli ingenti spostamenti di denaro sui conti.

Un portavoce di Crédit Suisse ha assicurato al quotidiano zurighese che i meccanismi interni di controllo della banca servono a scongiurare possibili illeciti ma non ha rilasciato dichiarazioni sul caso concreto.

Potrebbe interessarti anche:

Deutsche Bank lascia a bocca aperta

Borse, investitori ed azionisti stupiti dalle performance trimestrali dell'istituto da tempo in crisi

Con un ttile lordo da 700 milioni, un netto da 400 milioni e  ricavi da …