Home / Esperti / arte / I prodigi del collage

I prodigi del collage

La mostra di Conrad Marca-Relli alla De Primi Fine Art di Lugano. Dal 11 aprile al 18 maggio

Cercare oltre la pittura per spingersi nel gioco dell’intarso materico , in un rimescolo di stoffe e carte che si uniscono creando il miracolo che si manifesta in arazzi che dettano il ritmo attraverso la declinazione di forma e colore. Questo ha creato Conrad Marca-Relli esposto, dal 11 aprile al 15 maggio, alla De Primi Fine Art di Lugano con la mostra “I prodigi del collage”.

Nel 1948 Conrad Marca-Relli (Boston 1913 – Parma 2000) arrivò a Roma dove incontrò Alberto Burri e Afro Basaldella. Con loro, da subito, strinse una intensa comunione. Tra il lirico, aereo cromatismo di Afro, e le grezze, bellissime campiture di Burri, Marca-Relli trovò quegli spunti e quelle conferme che il suo fare arte aveva già delineato.

Osservando le tele di Marca-Relli si prova a raggiungere il Nirvana: calma e ordine sono i leitmotiv che spingono l’osservatore alla meditazione. Sensazioni che entrano in contrasto con la frenesia tipica americana che ben si discosta dalla riflessione di stampo tipicamente europeo e

Con la rappresentazione della realtà attraverso la tecnica del collage, l’artista ripercorre il sentiero marcato da predecessori come Picasso e Matisse, Marca-Relli abbandona il limite della carta per modellare la sua opera con altri materiali come la stoffa, la iuta, la plastica ed il metallo vestendo le sue tele con i più meditati e sapienti intarsi.

Potrebbe interessarti anche:

Frieze London: la novità è la carta vincente

Con 160 gallerie la Fiera d'arte contemporanea d'oltremanica vince per la freschezza del format, le cui sezioni sono state curate da nuovi esperti

Sono state 160 le gallerie protagoniste di Frieze London che per il sedicesimo anno ha …