Home / Notizie Finanziarie / Ubs: gli estratti cartacei costano di più

Ubs: gli estratti cartacei costano di più

L'istituto vuole indirizzare la clientela verso l'e-banking

Non solo preferisce la digitalizzazione, Ubs vuole anche educare la sua clientela ad essere più tecnologica. Per farlo l’istituto annuncia in un comunicato di aumentare le tariffe sui conti correnti per tutti i clienti privati che ancora vogliono ricevere l’estratto conto cartaceo. Secondo moneyland.ch, l’obiettivo è di trasferire i clienti verso la banca on line.

A partire dal 1°giugno, il primo gruppo bancario svizzero proporrà un prezzo standard e tradizionale ai suoi clienti privati. Per un adulto oltre i 24 anni, il pacchetto di servizi base con corrispondenza bancaria elettronica costerà 120 franchi all’anno per conti sopra i 10’000 franchi o per i detentori di ipoteche.

Per i clienti che non beneficiano di tali depositi o di un’ipoteca la fattura ammonta a 180 franchi, mentre per coloro che desiderano conservare una corrispondenza cartacea, i costi annuali saranno di 240 franchi.

Per quanto riguarda il mantenimento di un solo conto privato in franchi o euro, la spesa sarà di 36 franchi per la versione meno cara e 84 per chi desidera ancora l’estratto di carta.

Nel suo documento “Il nuovo standard è digitale”, l’istituto scrive che con l’aumento delle spese della gestione dei conti tradizionali, Ubs intende trasferire più clienti possibili verso l’e-banking con l’obiettivo di risparmiare.

Per Benjamin Manz, direttore di moneyland.ch, saranno i clienti più anziani ad essere maggiormente penalizzati perché ancora dipendenti dalla carta.  Addirittura il responsabile del sito di comparazione internet suggerisce alle persone che non vogliono sottostare alle nuove tariffe di cambiare banca.

Potrebbe interessarti anche:

Europa meno attraente per gli investitori cinesi

Secondo EY, nel giro di un anno l'interesse dei cinesi verso società del Vecchio continente si è dimezzato con un calo delle transazion idel 12%

Gli investitori cinesi si sono mostrati meno attivi nelle acquisizioni in Europa. Secondo uno studio …