Home / Notizie Finanziarie / Ubs a vele spiegate

Ubs a vele spiegate

Nel primo trimestre l'utile è balzato del 19%, mentre i costi sono scesi del 2,2%

Il primo trimestre si è stato florido per il primo gruppo bancario elvetico. L’utile netto segnato da Ubs è stato pari a 1,5 miliardi di franchi, in rialzo del 19,3% in un anno.

La progressione sui risultati ante imposte è stata del 16,7% a 1,97 miliardi: “Il 2018 è iniziato in maniera eccellente. I nostri risultati dimostrano ancora una volta la forza del nostro business diversificato. La dinamica attuale della nostra banca è buona e continuiamo a investire sulla crescita e sull’efficienza”, ha dichiarato il Ceo, Sergio Ermotti, nella nota diffusa dalla banca.

Nel periodo in esame, Ubs ha controllato meglio i costi di gestione, in calo del 2% a 5,73 miliardi, mentre l’utile di gestione è salito del 2,2% a 7,7 miliardi.

L’istituto si è distinto soprattutto nella gestione patrimoniale che ha permesso di accumulare 19 miliardi di denaro fresco nei primi tre mesi, contro i 13,8 miliardi dell’ultimo trimestre 2017.

Il Global Wealth Management ha archiviato un trimestre eccellente, con una crescita dell’utile su base annua e una raccolta netta positiva in tutte le regioni. L’utile ante imposte rettificato è aumentato del 7% su base annua attestandosi a quota 1126 milioni di franchi.

Ubs ha dichiarato di attendersi un rallentamento stagionale dell’attività della banca d’affari e della gestione patrimoniale del secondo quarto.

Potrebbe interessarti anche:

Bitcoin: cala il valore, aumentano gli exchange

Paradossalmente, nonostante il drastico calo, gli exchange quest'anno potrebbero sfondare i 4 miliardi di dollari

Non importa se abbia perso metà del suo valore dall’inizio dell’anno a questa parte. Bitcoin …