Home / Notizie Finanziarie / Bns: perdite previste per 5 miliardi

Bns: perdite previste per 5 miliardi

Secondo un'analisi di Ubs, l'evoluzione negativa va ascritta al rialzo dei tassi d’interesse, all'indebolimento del dollaro e alle correzioni al mercato azionario

Dovrebbero aggirarsi intorno ai 5 miliardi di franchi le perdite che la Banca nazionale svizzera potrebbe registrare nel primo trimestre dell’anno. Tale evoluzione sarebbe dovuta al rialzo dei tassi d’interesse iniziato a gennaio, l’indebolimento del biglietto verde e le correzioni apportate al mercato azionario.

Al contrario, l’istituto d’emissione ha approfittato dei pagamenti d’interesse e dei dividenti trainati dai suoi piazzamenti così come dei tassi d’interesse negativi. Questo è quanto spiega UBS in un documento redatto da uno dei suoi economisti. I risultati, relativi al periodo che va dall’inizio dell’anno a fine marzo, saranno pubblicati giovedì prossimo.

L’anno scorso la Bns ha segnato un utile netto record pari a 54,5 miliardi di fianchi, raddoppiando la cifra del 2016. Le performance sono state alimentate soprattutto da un guadagno di 49,7 miliardi realizzati su posizioni in valuta estera, in linea con l’indebolimento del franco sull’euro.

 

Potrebbe interessarti anche:

Ubs si tuffa sulla Cina

Il gruppo vuole approfittare dell'alleggerimento delle regolamentazioni del Dragone per acquisire la maggioranza delle azioni in una sua joint venture

Ubs sarebbe pronta a diventare la prima banca estera ad approfittare dello snellimento delle regolamentazioni …