Home / Notizie Finanziarie / HSBC usa la blockchain per il commercio internazionale

HSBC usa la blockchain per il commercio internazionale

L'istituto mostra di non servire solo alla produzione e circolazione delle criptovalute, ma di avere un raggio d'azione più ampio

L’istituto britannico HSBC ha annunciato di aver utilizzato la blockchain nel finanziamento del commercio internazionale, illustrando l’ascesa di questa promettente tecnologia nei servizi finanziari.

La transazione, per conto del gigante nordamericano che commercia prodotti agricoli, Cargill, si basava su una partita di soia trasportata dall’Argentina verso la Malesia. Lo rende noto un comunicato della banca che ha realizzato l’operazione in collaborazione con l’olandese ING.

Si trattava di una lettera di credito che permette, attraverso le banche, di garantire il pagamento del carico da parte dell’acquirente in cambio di una serie di documenti forniti dal venditore. La nuova tecnologia ha permesso di realizzare la transazione in 24 ore, mentre una volta ci sarebbero voluti tra i 5 e i 10 giorni.

La blockchain, di fatto, è un sistema di stoccaggio e scambio dati, trasparente e sicuro, che serve di base alla creazione e alla circolazione delle criptomonete. Secondo HSBC, l’operazione mostra come questa tecnologia sia una soluzione commercialmente e tecnicamente attuabile anche per il commercio internazionale.

Potrebbe interessarti anche:

Bitcoin: cala il valore, aumentano gli exchange

Paradossalmente, nonostante il drastico calo, gli exchange quest'anno potrebbero sfondare i 4 miliardi di dollari

Non importa se abbia perso metà del suo valore dall’inizio dell’anno a questa parte. Bitcoin …