Home / Notizie Finanziarie / Bruno Pfister fa un passo indietro

Bruno Pfister fa un passo indietro

A causa del suo egocentrismo, il banchiere perde il ruolo di presidente esecutivo delle attività Wealth Management and Trust di Banca Rothschild, ma resta presidente del Cda

Bruno Pfister, banchiere dal grande crisma legato a Banca Rothschild, lascia la poltrona a seguito di una lunga lotta di potere. L’ex direttore generale di Swiss Life, era stato nominato presidente esecutivo delle attività Wealth Management and Trust di Banca Rothschild a fine 2014. Tuttavia, secondo il sito Inside Paradeplatz, sarebbe stato ripudiato dal suo stesso istituto.

A confermare la notizia è un portavoce della banca zurighese. Bruno Pfister resta, tuttavia, presidente del Cda, posto sicuramente prestigioso ma meno remunerato. Ormai “Consulente di Rothschild Global Advisory per la Svizzera e la Germania, il banchiere potrà concentrarsi sui mandati fuori dal gruppo”, ha aggiunto il portavoce.

Stando a una fonte interna alla banca, la decisione sarebbe stata presa dal Barone Eric de Rothschild, che difende gli interessi della famiglia fondatrice. Sarebbe stata l’atteggiamento a far perdere il posto a Pfister: “Diceva a tutti come gestire gli affari, poco importa quel che sapeva o trattava” racconta la fonte. Un comportamento troppo egocentrico che ha finito per irritare molti all’interno dell’istituto.

“All’annuncio della sua uscita, molti hanno fatto un sospiro di sollievo” continua la voce celata dall’anonimato. Alcuni dirigenti della banca avrebbero rimproverato al banchiere di aver accettato, un anno fa, la presidenza della filiale di gestione attivi di Credit Suiss, rischiando il conflitto d’interesse.

Potrebbe interessarti anche:

Bitcoin: cala il valore, aumentano gli exchange

Paradossalmente, nonostante il drastico calo, gli exchange quest'anno potrebbero sfondare i 4 miliardi di dollari

Non importa se abbia perso metà del suo valore dall’inizio dell’anno a questa parte. Bitcoin …