Home / Notizie Finanziarie / Le azioni di Ubs potrebbero risorgere

Le azioni di Ubs potrebbero risorgere

Un investitore di Wall Street, David Tepper, ha comprato sette milioni di azioni della banca, per un totale di 112 milioni di franchi

Sergio Ermotti si è a lungo lamentato per la bassa valutazione delle azioni di Ubs. “Siamo la banca d’investimento più cara e il più economico asset manager al mondo”, si lamenta sempre.

A gennaio, le azioni sono salite a 20 franchi, ma da allora sono calate ancora fino agli attuali 16 che il Ceo definisce completamente ridicoli. Apparentemente, le quotazioni dell’istituto mancherebbero di “fantasia”, come si dice in gergo borsistico.

Tuttavia le cose potrebbero cambiare. Da una pubblicazione della SEC, l’autorità di vigilanza dei mercati finanziari americana, emerge che l’hedge fund manger, David Tepper, avrebbe acquistato una gran quantità di azioni Ubs attraverso Appaloosa, il suo veicolo d’investimento. Tepper vedrebbe, quindi, del potenziale nelle azioni della banca svizzera, avendone acquistate qualcosa come sette milioni per una somma di 112 milioni di franchi.

Non una cifra da capogiro, considerando la totale capitalizzazione di Ubs, ma sufficiente per essere un segnale che la percezione della banca starebbe cambiando, cosa che potrebbe incoraggiare altri investitori.

Tepper, poi, non è una persona qualunque, ma un esperto finanziario molto seguito a Wall Street, tanto che una decina di anni fa è stato quello che ha guadagnato di più tra  gli hedge fund manager, soprattutto nel settore bancario, tanto che la sua fortuna è stimata in circa 11 miliardi di dollari.

Potrebbe interessarti anche:

Ubs si tuffa sulla Cina

Il gruppo vuole approfittare dell'alleggerimento delle regolamentazioni del Dragone per acquisire la maggioranza delle azioni in una sua joint venture

Ubs sarebbe pronta a diventare la prima banca estera ad approfittare dello snellimento delle regolamentazioni …