Home / Notizie Finanziarie / Più impiego per l’estate, non in Ticino

Più impiego per l’estate, non in Ticino

Secondo Manpower, datori di lavoro più ottimisti sulle prospettive d'impiego per il trimestre, ma non nel nostro cantone né nel settore alberghiero

Le prospettive d’impiego  sono solide e l’ottimismo imperversa tra i datori di lavoro svizzeri. Secondo il sondaggio trimestrale di Manpower, basato su un’inchiesta svolta su 760 partecipanti nel settore privato e pubblico, quest’estate le assunzioni dovrebbero progredire.

Le previsioni d’assunzione anno raggiunto il livello più alto da sei anni a questa parte. Il 5% degli imprenditori svizzeri si aspetta, infatti, un aumento dei loro effettivi da qui a fine settembre.

I risultati sottolineano “la buona situazione delle imprese svizzere”, spiega Lef Agnéus, direttore generale di Manpower Suisse. “Tuttavia, questo slancio potrebbe essere frenato dalla mancanza di personale specializzato annunciato in alcuni settori”.

In totale, i datori di lavoro di cinque delle sette regioni analizzate prevedono un rialzo o lo status quo nell’organico, da qui a fine estate. Se la Svizzera orientale e quella Nord Ovest sono ottimiste, la situazione in Ticino è più difficile e il pessimismo è più marcato. L’Arco del Lemano, rispetto all’anno scorso, sembra aver intenzione di assumere, dopo tre mesi cupi.

Tra i dieci settori analizzati, i titolari di imprese nel ramo costruzioni risultano essere i più ottimisti, così come l’industria manifatturiera che mostra le migliori intenzioni d’impiego da dieci anni a questa parte. Di contro, le prospettive nel settore dell’energia,gas e acqua e quello alberghiero  mostrano un certo livello di sfiducia.

 

Potrebbe interessarti anche:

Per gli esperti della Confederazione Pil al 2,9%

La buona situazione economica internazionale fa fiorire il commercio estero e gli investimenti delle imprese.

Il gruppo di esperti della Confederazione rivede nettamente al rialzo, dal 2,4 % al 2,9 …