Home / Notizie Finanziarie / La Fed alza i tassi, ancora

La Fed alza i tassi, ancora

L'istituto d'emissione americano è ottimista e prevede, per quest'anno, quattro anziché tre nuovi giri di vite

In attesa della conferenza stampa che seguirà la riunione della BCE di Riga, dove tutti si attengano vengano annunciate le misure per avviare il tapering, intanto la Federal Reserve ha alzato i tassi, un’altra volta. Si tratta del secondo giro di vite che la Banca centrale americana fa per riportare l’economia alla normalità, disintossicandola dal doping di liquidità iniettata negli ultimi anni.

Rialzando di 0,15 punti , ora il costo del denaro è stato portato a 1,75%-2%. La banca centrale americana ha, inoltre, annunciato l’intenzione di incrementare la frequenza di tali rialzi, fino a quattro entro fine anno, mostrando un certo ottimismo nei confronti dell’economia nazionale. Le previsioni migliorano ed entro dicembre si dovrebbe passare  al 2,4% dal 2,1%, mentre si contano altri tre rialzi per l’anno prossimo e uno solo nel 2020.

Jerome Power, presidente della Fed, ha espresso tutta la sua soddisfazione per l’andamento economico, senza particolari preoccupazioni sulle guerre commerciali, annunciando che, dall’anno prossimo, gli appuntamenti con la stampa raddoppieranno da quattro a otto, in concomitanza con ogni vertice.

La crescita americana, si legge nel conciso comunicato stampa, procede a «passo solido», con rischi sull’outlook equilibrati.

Anche i dati sul Pil sono più confortanti,  al 2,8% anziché al 2,7% per quest’anno, mentre la disoccupazione dovrebbe calare al 3,6% quest’ano e al 3,5% l’anno prossimo.

Potrebbe interessarti anche:

La procura francese chiede 3,7 miliardi a Ubs

Alla multa stellare si aggiunge la richiesta di altri 15 milioni come ammenda a Ubs France e 1,6 miliardi come risarcimento allo Stato francese

Le requisitorie del processo parigino contro Ubs continuano. La procura ha chiesto al Tribunale correzionale …