Home / Notizie Finanziarie / Ubs lancia l’Art Collectors Circle

Ubs lancia l’Art Collectors Circle

La banca, sponsor di Art Basel, ha presentato alla fiera la sua nuova piattaforma per collezionisti e mecenati

Diciamocelo: l’arte, quella contemporanea, ben poco ha a che vedere con l’estetica. A questa affermazione potrebbe sollevarsi l’ira di molti, ma la verità è che quando poi si parla di fiere sono le cifre a fare da protagoniste. Sono i ricavi, insomma, a decretare il successo di una manifestazione di portata mondiale come Art Basel che, anche quest’anno, ha chiuso in positivo.

Se così non fosse le gallerie partecipanti non spenderebbero centinaia di migliaia di dollari (fino a 400 mila tra partecipazione e oneri di trasferta) per avere il loro stand in prima fila. Già, perché basta una vendita di un’opera, quella giusta, a coprire i costi, trarre abbondanti ricavi e ad affermare un artista e un trend creando, così, nuove ed importanti opportunità di business.

Se solo di bellezza ed estro si trattasse, la prima banca elvetica non sarebbe da anni sponsor dell’evento. Né avrebbe creato un club dedicato ai collezionisti. Ubs, infatti, ha presentato proprio ad ArtBasel il lancio, avvenuto lo scorso marzo, dell’Art Colletors Circle. Si tratta di un circolo che vuole mettere in comunicazione collezionisti ed appassionati d’arte, ovviamente tra i clienti della banca noti come High Net Worth Individual, gli ultra ricchi per capirci. In questo giro, quindi  non possono entrare artisti o galleristi, ma solo mecenati e filantropi.

Questo club è gestito da UBS Great Wealth da 20 esperti a livello globale, ma è principalmente in Asia, ad ora, dove si concentra la maggior vivacità proprio perchè è qui che si è verificata la più rapida crescita di facoltosi degli ultimi tempi.

Potrebbe interessarti anche:

Deutsche Bank lascia a bocca aperta

Borse, investitori ed azionisti stupiti dalle performance trimestrali dell'istituto da tempo in crisi

Con un ttile lordo da 700 milioni, un netto da 400 milioni e  ricavi da …