Home / Notizie Finanziarie / Caso 1MDB: la Svizzera rivela i dettagli

Caso 1MDB: la Svizzera rivela i dettagli

Incontro tra i procuratori generali svizzero e malese per fare fronte comune

Il procuratore generale svizzero ha rivelato lo stato delle indagini relative allo scandalo del fondo malese 1MDB. In un comunicato viene spiegato che la Svizzera sta investigando su sei persone e due banche nell’inchiesta che riguarda sei paesi che gli inquirenti americani credono siano coinvolti in un giro di corruzione da 4,5 miliardi in Malesia.

Le informazioni giungono, appunto, da una nota stampa inviata a seguito di un meeting avvenuto tra Michel Lauber e Tommy Thomas, rispettivamente procuratori generali svizzero e malese, a Putrajaya per discutere come i due paesi possano cooperare meglio per perseguire i colpevoli.

Grande enfasi alle è stata data alla necessita di un impegno comune sul fronte legale nonché una mutua assistenza delle due giurisdizioni.

L’incontro è avvenuto dopo due mesi di fuoco in Malesia in cui il nuovo primo ministro eletto è stato arrestato, l’ex banchiere di Goldman Sachs e uomo d’affari nel caso 1mDB, Tim Leissener, si è arreso davanti alle accuse e gli ufficiali malesi hanno scovato Jho Low, il professionista della finanza che i pubblici ministeri credono abbaia giocato un ruolo chiave nel costruire il grande schema truffaldino.

La Svizzera non rivela i nomi degli indagati, due dei quali sono legati a 1MDB,  altri due sono ex funzionari degli Emirati Arabi Uniti supervisori del fondo sovrano di Abu Dhabi,  e l’ultima coppia è composta da ex direttori di Petrosaudi.

Di contro, le banche coinvolte sono ormai ben note da tempo. Si tratta della Banca della Svizzera italiana, ormai assorbita in tutto e per tutto da EFG International, e Falcon Private Bank. Le autorità svizzere non hanno nemmeno rivelato l’ammontare delle somme e dei beni congelate nell’ambito di questo scandalo.

Potrebbe interessarti anche:

Agosto: esportazioni statiche

Se l'export è rimasto immobile, le importazioni sono addirittura diminuite. Soffre il ramo chimico farmaceutico

Dopo una fase di crescita registrata fino a maggio 2018, il commercio estero svizzero ha …