Home / Notizie Finanziarie / Patrick Gisel si dimette

Patrick Gisel si dimette

A causa dell'inchiesta sull'era di Pierin Vincenz, il Ceo di Raiffeisen fa un passo indietro per salvare la faccia del gruppo

Per difendere l’onore della banca, e la sua reputazione, il Ceo di Raiffeisen Patrick Gisel ha deciso di farsi da parte e di lasciare la poltrona entro fine anno. L’inchiesta che vede imputato l’ex direttore generale dell’istituto di credito, Pierin Vincenz, ha travolto anche l’immagine dell’attuale Ceo, parte del board del suo predecessore.

Al fine di assicurare un passaggio di consegne adeguato, Gisel resterà alla guida della banca fino alla fine del 2018. Intanto, il Cda di Raiffeisen Svizzera ha immediatamente avviato il processo di successione, anche se contemporaneamente il direttorio è alla ricerca di un nuovo presidente.

Il Consiglio di amministrazione del gruppo ribadisce che né l’esame approfondito della Finma, né i risultati intermedi dell’inchiesta in corso su Pierin Vincenz coinvolgono Patrick Gisel dal punto di vista giuridico.

Il Cda della banca dice di accogliere con gran rispetto la decisione del Ceo di rassegnare le dimissioni e lo ringrazia per il suo impegno in questi tre anni.

Pierin Vincenz ha scontato 15 settimane di detenzione preventiva con l’accusa di essersi arricchito, tramite diverse acquisizioni, mentre ricopriva la posizione di direttore generale presso l’azienda di credito Aduno.

Potrebbe interessarti anche:

Ubs si tuffa sulla Cina

Il gruppo vuole approfittare dell'alleggerimento delle regolamentazioni del Dragone per acquisire la maggioranza delle azioni in una sua joint venture

Ubs sarebbe pronta a diventare la prima banca estera ad approfittare dello snellimento delle regolamentazioni …