Home / Notizie Finanziarie / L’occupazione stagna in Ticino

L’occupazione stagna in Ticino

Nel periodo in rassegna l'andamento dell'occupazione presentava un quadro al rialzo in quasi tutte le Grandi Regioni tranne che nel nostro cantone

Secondo i risultati rettificati della statistica dell’impiego, nel secondo trimestre in Svizzera si contavano nel complesso 5,048 milioni di addetti nei settori secondario e terziario, pari a un incremento del 2,1% su base annua. L’occupazione è salita sia nel settore secondario  che nel terziario, rispettivamente dell’1,3% e del 2,3%

Calcolata al netto delle variazioni stagionali, l’occupazione totale ha subito un incremento rispetto al trimestre precedente dello 0,4% stessa percentuale osservata nell’industria e nei servizi. Espresso in equivalenti a tempo pieno, il volume di addetti ammonta complessivamente a 3,925 milioni di posti, in incremento del 2.0% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. L’impiego in equivalenti a tempo pieno è salito nel secondario dell’1,4% e in quello terziario del 2,2%.

Nel settore secondario la crescita dell’occupazione è stata positiva sia nel ramo delle costruzioni (+4000, +1,2%) che in quello delle «Attività manifatturiere» (+9000 posti, +1,4%). Il settore terziario si è sviluppato prevalentemente in maniera positiva; la crescita maggiore si osserva nella sezione «Alberghi e ristoranti» (+12 000, +5,0%), Ha invece accusato un calo dell’occupazione, tra l’altro, il ramo «Attività finanziarie e assicurative» (-3000; -0,9%).

Nel periodo in rassegna l’andamento dell’occupazione presentava un quadro al rialzo in quasi tutte le Grandi Regioni: su base annua, l’occupazione è salita tra l’1,3% dell’Espace Mittelland e il 3,0% della Regione del Lemano e Svizzera nordoccidentale. Le cifre occupazionali ristagnano solo in Ticino. Nel settore secondario non ci sono state variazioni nel Cantone di Zurigo, mentre in tutte le altre Grandi Regioni si sono registrati incrementi tra lo 0,4% del Ticino e il 3,1% della Svizzera centrale. Il settore terziario ha registrato una crescita degli addetti in tutte le Grandi Regioni, ad eccezione proprio del nostro cantone dove si è verificato un calo dello 0,1%.

Sulla piazza economica svizzera sono stati contati 14’000 posti liberi in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente,vale a dire un aumento del 22,6%. Il numero di posti liberi è salito sia nel settore secondario (43%) sia in quello terziario (17%). Il tasso di posti liberi è stato in totale pari all’1,4%: nel settore secondario si è attestato all’1,8% e nel terziario all’1,3% del totale.

Nel secondo trimestre 2018 le imprese che intendevano mantenere stabile il proprio organico nel trimestre successivo rappresentavano il 72,5% dell’occupazione totale, contro il 73,9% nello stesso periodo dell’anno precedente. Le imprese che prevedevano di aumentare gli effettivi rappresentavano il 10,9% degli addetti (9,6% nello stesso trimestre dell’anno precedente) e quelle che prevedevano di ridurli rappresentavano il 3,4% (4,1% nello stesso trimestre dell’anno precedente).

 

Potrebbe interessarti anche:

Credit Suisse si rafforza in Cina

Il gruppo intende aumentare la partecipazione in Credit Suisse Funder Securities Limited dal 33% al 51%

Credit Suisse desidera aumentare la sua partecipazione dal 33% al 51% in Credit Suisse Funder …