Home / Notizie Finanziarie / Robot e umani lavoreranno insieme

Robot e umani lavoreranno insieme

Uno studio del WEF sostiene che, da qui al 2025, la tecnologia porterà alla soppressione di 27 milioni di posti di lavoro, ma 133 milioni ne verranno creati

Intelligenza artificiale, robotistica, rivoluzione digitale potrebbero presto sostituire il capitale umano e  ridurre notevolmente i posti di lavoro. Secondo lo studio “The future of Jobs 2018”, realizzato dal World Economic Forum, da qui al 2025 le ore di lavoro effettuate dagli umani passerà dal 71% al 48%. “I robot e gli algoritmi effettueranno oltre la metà delle mansioni oggi effettuate da uomini e donne”. Ad essere coinvolti saranno, soprattutto, settori come la contabilità, il segretariato, le fabbriche d’assemblaggio, il servizio clienti o i servizi postali.

A detta del WEF, quindi, da qui a sette anni spariranno circa 27 milioni di posti di lavoro. Tuttavia, l’automazione creerà, nello stesso periodo, 133 milioni di nuovi impieghi. La situazione, dunque, vedrà un saldo positivo di 58 milioni di posizioni supplementari. “La questione più importante per imprese, governi e individui non è sapere a che punto l’automazione colpirà le cifre d’impiego, ma come il mercato del lavoro può essere accompagnato nella ricerca di un nuovo equilibrio nella divisione del lavoro tra umani, robot e algoritmi”.

“The Future of Jobs 2018” riconosce che il mercato del lavoro vivrà un forte sisma, ma è attraverso la giusta formazione che si potranno creare nuove opportunità. In cinque anni, sostiene lo studio, dalla complementarietà tra robot ed esseri umani, verranno creati impieghi ad ora ancora sconosciuti.

Potrebbe interessarti anche:

Vontobel fonde alcune sue attività

Vontobel fonderà la sua boutique multi-asset class in una boutique quantitativa che opererà sotto l’insegna di Vescore

L’asset management di Vontobel è in procinto di fondere la sua boutique multi-asset class in …