Home / Notizie Finanziarie / Le Pmi prevedono un aumento dell’export

Le Pmi prevedono un aumento dell’export

L’ultimo sondaggio di Switzerland Global Enterprise rivela che oltre il 60% delle piccole e medie imprese prevede un aumento del commercio estero nel quarto trimestre

Il clima dell’export delle PMI svizzere si conferma buono. Secondo l’ultimo sondaggio di Switzerland Global Enterprise (S-GE) sul clima dell’export, oltre il 60% di tutte le PMI prevede un aumento delle esportazioni nel quarto trimestre 2018. Emerge un quadro positivo anche dal barometro delle esportazioni di Credit Suisse. Sebbene i valori siano nuovamente in calo rispetto al trimestre precedente, con 1.4 punti si confermano comunque ben oltre la soglia della crescita. Per il 2019 Credit Suisse prevede una normalizzazione in senso positivo.

L’anno in corso ha visto una crescita record dell’export in generale. Secondo il sondaggio di S-GE e il barometro delle esportazioni, sarà difficile mantenere tali valori, ma le prospettive di esportazione per le PMI svizzere restano comunque molto positive. Il mercato di esportazione di gran lunga più importante è e rimane la Germania. Il commercio online svolge attualmente un ruolo secondario nelle esportazioni per le numerose PMI svizzere spesso altamente specializzate.

A tal proposito, Sascha Jucker, economista presso Credit Suisse, afferma: “Anche se rispetto ai mesi scorsi la situazione congiunturale per gli esportatori svizzeri è lievemente peggiorata, a breve termine prevediamo comunque una crescita della domanda di beni di esportazione svizzeri. Se misurata in base ai principali indici dei direttori agli acquisti, la produzione industriale in Europa dovrebbe infatti continuare a crescere, esercitando un effetto positivo sulla domanda di beni di esportazione svizzeri.”

Alberto Silini, responsabile Consulenza presso Switzerland Global Enterprise (S-GE), constata: “Gran parte delle PMI svizzere opera spesso in nicchie di mercato ad alta intensità di consulenza e per loro il commercio online non svolge ancora un ruolo decisivo. La situazione è diversa per le imprese di servizi e per quelle del settore ICT e food, che hanno un’ottima presenza sui canali digitali. Constatiamo tuttavia che, nei mercati di esportazione, il commercio online sta diventando sempre più importante in tutti i settori.”

Potrebbe interessarti anche:

Lombard Odier dice addio ai clienti americani

L'istituto ginevrino fa sapere di aver veduto il suo portfolio a Vontobel Swiss Wealth Advisor, filiale al 100% di Vontobel

Lombard Odier lascia la sua clientela statunitense. L’istituto annuncia, infatti, di aver venduto il suo …