Home / Notizie Finanziarie / Panama scambia informazioni

Panama scambia informazioni

Dopo lo scandalo sui Panama Papers lo stato del Centro America ha deciso di allinearsi agli standard di trasparenza Ocse per restare nella comunità finanziaria internazionale

Un po’ come accaduto con la Lista Falciani, i Panama Papers sono diventati una fonte ufficiale per le autorità fiscali di tutto il mondo alla ricerca dei grandi evasori.

Ora giunge notizia che lo Stato dell’istmo ha deciso di condividere i dati dei correntisti delle sue banche con il fisco di numerosi Paesi al fine di allinearsi agli standard internazionali sulla trasparenza voluti dall’Ocse e farsi depennare dalla blacklist realizzata da quest’ultima.

Circa 660 report provenienti da 337 istituti finanziali saranno oggetto del primo scambio automatico di informazioni tra Panama e 31 giurisdizioni seguendo le linee del Commn Reporting Standard. Lo hanno annunciato le autorità fiscali stesse del Paese del Centro America.

Finora, gli Stati con cui sono state condivise le informazioni sono: Australia, Francia, Germania, India, Irlanda, Italia, Giappone, Lussemburgo, Messico, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna  e Uk.

L’obiettivo di questo procedimento è di rispondere alle esigenze di trasparenza  e di determinare e identificare aree specifiche  di tassazione a livello locale.

Impegnandosi in questo senso, Panama potrà continuare a far parte della comunità finanziaria internazionale garantendo l’accesso ai corrispondenti bancari, evitando restrizioni sul flusso di capitali o trattenute fiscali evitando  di essere inclusi nella black list.

A seguito dello scandalo sui Panama Papers, il governo panamense starebbe cercando pubblicamente di mostrare il suo impegno nella lotta la riciclaggio di denaro. Il Parlamento è intento a elaborare, con l’aiuto del Fmi, una legge sull’evasione fiscale che, se venisse approvata, istituirebbe una pena di cinque anni di carcere per l’evasione d’imposta sopra i 300’000 dollari.

Potrebbe interessarti anche:

Vontobel fonde alcune sue attività

Vontobel fonderà la sua boutique multi-asset class in una boutique quantitativa che opererà sotto l’insegna di Vescore

L’asset management di Vontobel è in procinto di fondere la sua boutique multi-asset class in …