Home / Notizie Finanziarie / Ubs: la Francia vuole 1,6 miliardi

Ubs: la Francia vuole 1,6 miliardi

Nel processo per riciclaggio e frode fiscale, il legale dello Stato francese chiede un lauto risarcimento all'istituto che rischia una multa di 5 miliardi

La Francia chiede  che Ubs paghi 1,6 miliardi di euro a titolo di risarcimento per aver messo in piedi un sistema di frode e riciclaggio di denaro ai danni dello Stato. L’imputazione esatta è di démarchage, cioè di fornitura illecita di servizi finanziari a domicilio e di riciclaggio aggravato del provento di frode fiscale.

Xavier Normand-Bodard, legale che rappresenta la “Marianne”, ha domandato al Tribunale correzionale di Parigi di condannare l’istituto elvetico poiché colpevole di aver orchestrato un sistema di reimpiego di capitali con l’appoggio delle banche, pronte a soprassedere sulla compliance pur di farsi consegnare gli averi dei clienti da collocare poi in conti cifrati o da spalmare in trust o società cartiera offshore. Tra il 2004 e il 2012 la banca svizzera avrebbe, inoltre, procacciato clienti in Francia convincendoli ad aprire conti in Svizzera evadendo il fisco d’oltralpe.

Dal canto suo Ubs respinge ogni accusa imputatale, ma se la sentenza dovesse essere di condanna la multa sarebbe fin troppo salata, pari alla metà del valore dei fondi distratti al fisco francese ovvero intorno ai 5 miliardi.

I banchieri di Ubs hanno dichiarato di non essere mai stati a conoscenza di conti non dichiarati dalla clientela francese e che la legge, quella che tutelava il segreto bancario, era dalla loro parte poiché li esonerava dall’obbligo di controllare che i loro correntisti fossero in regola col fisco del loro paese.

Per Ubs non sarà facile scamparla poiché vi sarebbero diverse prove a suo carico che  tra cui le   dichiarazioni rettificate inoltrate a Bercey da 3’983 contribuenti francesi per un totale di 3,7 miliardi di euro e il prelievo alla fonte sugli interessi generati da tali conti che Ubs applica e che sarebbero, a detta del legale della controparte, molto sospetti.

Potrebbe interessarti anche:

Più di 200 franchi al mese per le scarpe

Secondo l'UST le economie domestiche spendono mediamente 210 franchi al mese per abbigliamento e calzature

Nel 2016 il reddito disponibile medio delle economie domestiche in Svizzera ammontava a 7124 franchi …