Home / Notizie Finanziarie / Banca Migros: niente più bonus ai collaboratori

Banca Migros: niente più bonus ai collaboratori

In una nota l'istituto annuncia di eliminare la remunerazione variabile come misura di adeguamento ai cambiamenti del settore bancario

Banca Migros annuncia che, dall’esercizio 2019, eliminerà il bonus ai propri collaboratori. Come specifica l’istituto in una nota odierna, si tratta della prima banca svizzera ad assumere tale misura e ciò riflette i cambiamenti nel settore bancario.

Il Presidente della Direzione generale di Banca Migros già da tempo non riceve più alcun bonus. Al posto della 13a mensilità gli altri membri della Direzione generale nonché gli alti dirigenti e i quadri ricevevano per le loro buone performance un bonus moderato, solitamente fino a max. 20% del salario annuo. Tale variabile non verrà più erogato in futuro.

Banca Migros spiega chec on l’avanzare della digitalizzazione e l’offerta di diversi canali distributivi paralleli, i clienti decidono in modo sempre più autonomo quando e come vogliono essere serviti. L’assistenza e lo sviluppo dei clienti, e di conseguenza il successo dell’azienda, dipendono dall’interazione di molti attori al fronte e nei settori centrali – coinvolgendo quindi più team, sedi e canali. In questo caso la remunerazione individuale variabile attraverso i bonus comporta addirittura il rischio che i collaboratori si concentrino sulle attività rilevanti ai fini del bonus, perdendo di vista il quadro generale. La Banca Migros, alla luce di questo contesto, ritiene che il bonus sia obsoleto.

L’abolizione del bonus da parte della Banca Migros non è una misura di austerità. Per compensare tale abolizione, ai collaboratori interessati verrà alzato una tantum il salario fisso; tale adeguamento sarà determinato individualmente per ciascun collaboratore. A livello dell’intera banca è disponibile a tale scopo l’importo medio dei bonus degli ultimi tre anni.

Potrebbe interessarti anche:

Efg International: mai smettere di espandersi

Il Ceo Giorgio Pradelli racconta all'AWP le difficoltà dell'acquisizione di Bsi: l'ex sede di Lugano la più grande del gruppo

L’obiettivo di Efg International per l’anno prossimo è quello di crescere. Come? Attraverso nuove acquisizioni. …