Home / Notizie Finanziarie / La BNS non molla

La BNS non molla

A causa delle tensioni politiche all'estero, soprattutto in Italia e tra Bruxelles e Londra, i tassi negativi sono fondamentali per evitare l'apprezzamento del franco

La Banca nazionale svizzera non molla, come dichiarato da Andréa Maechler, membro del direttorio, che fa notare come negli ultimi mesi il franco svizzero abbia ritrovato il suo ruolo di valore rifugio .

La BSN si batte contro il rincaro della divisa elvetica il cui valore lievita a causa delle incertezze legate alla situazione italiana e all’accordo tra Bruxelles e Gran Bretagna sulla Brexit il quale sembra molto fragile. La vice presidente dell’istituto d’emissione punta anche il dito sulle tensioni commerciali tra Cina e Stati Unti. “Nel contesto attuale, i tassi d’interesse negativi restano indispensabile per la Svizzera”.

Potrebbe interessarti anche:

Efg International: mai smettere di espandersi

Il Ceo Giorgio Pradelli racconta all'AWP le difficoltà dell'acquisizione di Bsi: l'ex sede di Lugano la più grande del gruppo

L’obiettivo di Efg International per l’anno prossimo è quello di crescere. Come? Attraverso nuove acquisizioni. …