Home / Notizie Finanziarie / Ubs: si apre la caccia alla nuova dirigenza

Ubs: si apre la caccia alla nuova dirigenza

Axel Webwer conferma a Bloomberg la volontà di trovare un nuovo Ceo e un nuovo presidente per la banca, ma senza fretta

Sergio e  Axel: questo binomio suona quasi come un duetto di rock star, invece stiamo parlando dei vertici della prima banca elvetica che, dopo sette anni di mandato, l’ottavo in essere, devono iniziare a pensare a chi passare il testimone.

Non è più un mistero che Ermotti e Weber, rispettivamente il Ceo e il presidente dell’istituto simboleggiato dalle due chiavi, stiano cercando i degni eredi di una dirigenza che è riuscita a risollevare le sorti dell’azienda, provata dalle difficoltà della crisi e dai numerosi scandali per cui ha pagato miliardi in sanzioni, soprattutto negli Usa.

Il momento del passaggio di testimone non è ancora arrivato, non c’è fretta anche perché sarebbe cattiva consigliera. A Bloomberg, però, Weber ha ribadito la necessità di lavorare non solo per trovare il degno ricambio al timone della banca, ma anche per consegnarla in ordine e con tutti i crismi.

All’agenzia di stampa è trapelata anche la notizia della trattative che itercorrono tra Ubs e il top manager austriaco Christian Meissner. La prima reazione è stata quella di pensarlo come nuovo Ceo, idea smentita sia dal banchiere che dal presidente dell’istituto che ha specificato come la caccia ai migliori talenti sia normale. Eppure il fatto che Ermotti lo possa istruire come successore, affidandogli prima un incarico di responsabilità per testarlo, non sarebbe poi un’ipotesi così inverosimile.

Altri due personaggi in lizza per ricoprire la carica di amministratore delegato potrebbero essere quelli del tedesco Martin Blessing e dell’americano Tom Naratil, attualmente alla testa del wealth management di Ubs. Un’eco lontana sussurra,però, anche il nome di Philipp Hildebrand, vicepresidente di BlackRock, già presidente della Bns e protagonista del caso di violazione del segreto bancario quando nel 2011 l’istituto d’emissione ha imposto la soglia minima di cambio sull’euro.

Potrebbe interessarti anche:

Bns immobile

Il franco ancora forte e la congiuntura tengono la Bns cauta che lascia i tassi invariati

La Banca nazionale svizzera (BNS) mantiene invariata la propria politica monetaria espansiva. In tal modo, …