Home / Notizie Finanziarie / Aziende: penuria di fiocchi rosa l’anno scorso

Aziende: penuria di fiocchi rosa l’anno scorso

Per Crif, società specializzata in informazioni aziendali,  rispetto al 2017 si è verificato un calo di nuove aperture presso i Registri di commercio pari allo 0,5%

Il 2018 non è stato un anno fecondo per la creazione d’imprese. Secondo Crif, società specializzata in informazioni aziendali,  rispetto al 2017 si è verificato un calo di nuove aperture presso i Registri di commercio pari allo 0,5%.

Il numero di aziende neonate nel quarto trimestre è calato del 2,4% su base annua. In totale, negli ultimi tre mesi dell’anno scorso, in Svizzera sono venute alla luce 11.224 società, mentre nello stesso periodo avrebbero calato la saracinesca 7’902, in aumento del 15,5% nel giro di 12 mesi.

La più forte crescita è stata registrata nel Canton Soletta con 31 nuove società, seguita dal Vallese con 20 e Appenzello Esterno con 27. Al contrario Zurigo ne ha viste sparire 135, Berna 72 e Ginevra 61.

A livello numerico è Zurigo che conta il maggior numero di imprese create, pari a 1945, seguito da Vaud con 1’115, Ginevra con 990, Berna con 875 e Argovia con 704.

Su base settoriale, è la consulenza di gestione a tirare di più con 895 nuove imprese; seguono il commercio al dettaglio, con 744 realtà, e il settore delle costruzioni, con 735 unità. Per quanto riguarda le radiazioni dal registro di commercio è la vendita al dettaglio a soffrire di più con 770 chiusure, seguita dal commercio all’ingrosso, con 681, dalle costruzioni, con 679, e dalla ristorazione che ha contato 573 claire abbassate.

Potrebbe interessarti anche:

Raiffeisen epura il Cda

Escono di scena tre membri del Cda dell'epoca di Vincenz

Bruno Gherig, professore economista ed ex banchiere centrale incaricato dal gruppo di studiare il dossier …