Home / Notizie Finanziarie / Ticino: a gennaio più disoccupati che a dicembre

Ticino: a gennaio più disoccupati che a dicembre

Sia a livello nazionale che cantonale, il numero di disoccupati di gennaio è aumentato su dicembre, ma su base annua si è ridotto notevolmente

A fine gennaio gli Uffici regionali di collocamento contavano 123’692 disoccupati, 4’301 in più rispetto al mese precedente. I dati della Segreteria di Stato dell’economia (SECO) dicono che il tasso di disoccupazione è salito dal 2,7% nel mese di dicembre 2018 al 2,8% nel mese in rassegna e che, rispetto a gennaio 2018,  il numero di disoccupati si è comunque ridotto del 16,9%.

Il numero di giovani senza lavoro, in età compresa tra i 15 e i 24 anni, è aumentato del 2,2% arrivando al totale di 13’463, ciò che corrisponde a una contrazione del 18,6% sui dodici mesi.

Il numero dei disoccupati over 50 è aumentato del 3,4%, attestandosi a 34’303 unità, ma in calo rispetto a un anno prima di ben il 14,2%.

Complessivamente le persone in cerca d’impiego registrate erano 200’125, 2’175 in più rispetto a dicembre e il 6,1% in meno rispetto a gennaio dell’anno scorso.

Nel mese di novembre sono state colpite dal lavoro ridotto 906 persone, l’1,4% rispetto al mese precedente. Il numero delle aziende colpite è diminuito di 10 unità (-14,1%), portandosi a 61.

Il 58,1% delle persone disoccupate nel mese di gennaio era di sesso maschile; il 67,7% è in cerca d’impiego da meno di sei mesi, il 19,3% da oltre sei mesi ma meno di un anno e il 13% da oltre un anno; il 43% è di nazionalità straniera.

Per quanto riguarda la situazione in Ticino, a gennaio venivano contati 5875 disoccupati, il 7% in più di dicembre, ma l’8,6% in meno di dodici mesi prima. Il tasso si alza, rispetto a fine 2018, di 0,2 punti al 3,5%, ma risulta inferiore dello 0,3% rispetto a un anno prima. A cercare lavoro, invece, erano 10312 persone, il 2,4% in rialzo su base mensile e l’1,8% su base annua.

Potrebbe interessarti anche:

Spiesshofer abbandona ABB

Il Ceo lascia all'improvviso. Lo sostituirà ad interim l'attuale presidente del Cda, Peter Voser

Abb si ritrova all’improvviso senza amministratore delegato. Ulrich Spiesshofer, infatti,  lascia con effetto immediato il …