Home / Notizie Finanziarie / Ubs taglia i bonus anche in Asia

Ubs taglia i bonus anche in Asia

Il gruppo avrebbe intenzione di tagliare i premi ai banchieri asiatici di circa l’8%

Ubs chiude i rubinetti anche ai bunus in Asia. Secondo indiscrezioni di Bloomberg, il gruppo avrebbe intenzione di tagliare i premi ai banchieri asiatici di circa l’8%. A far propendere per questa decisione sarebbe stato il forte calo del settore equity nel corso dell’ultimo trimestre dell’anno scorso.

I managing director dovranno sopportare l’impatto dei tagli, mentre gran parte dei direttori esecutivi non riceverà che un bonus risibile, se non inesistente, per il 2018 se comparato all’anno precedente.

I gestori patrimoniali del gruppo erano già stati avvisati di doversi aspettare una grossa riduzione delle remunerazioni variabili.

Lo striminzito monte bonus dedicato ai commerciali asiatici senior giunge dopo un florido 2017 quando i premi riflettevano il forte aumento dei contratti così come la volontà di Ubs di tenersi i migliori banchieri devoti a costruire business in Cina.

Il crollo degli indici in Asia ha portato a un calo dell’emissione di azioni nell’ultimo quarto dell’anno scorso, quanto l’investment bank di Ubs ha subito un scivolone.

Potrebbe interessarti anche:

Credit Suisse si rafforza in Cina

Il gruppo intende aumentare la partecipazione in Credit Suisse Funder Securities Limited dal 33% al 51%

Credit Suisse desidera aumentare la sua partecipazione dal 33% al 51% in Credit Suisse Funder …