Home / Notizie Finanziarie / Profondo rosso per GAM

Profondo rosso per GAM

Il caso dei fondi ARBF ha trascinato il gestore patrimoniale zurighese in una situazione molto complessa

GAM chiude il 2018 in rosso, con una perdita netta di 929,1 milioni di franchi contro l’utile di 123,2 milioni dell’anno precedente.

La situazione per il gestore patrimoniale non è delle più rosee avendo visto evaporare circa 30 miliardi di capitale. Per questo la società ha bloccato la remunerazione dei dividendi agli azionisti  e sospeso il bonus all’ex patron.

A chiusura d’esercizio, gli attivi in gestione della divisione Investment Management si aggiravano intorno ai 56,1 miliardi di franchi, contro gli 84,4 dell’anno precedente.

Nel dettaglio, 11 miliardi sono andati persi con lo scandalo dei fondi ARBF (Absolute Return Bond) e circa altrettanti, 10,5 miliardi, nel quadro della strategia non-ARBF.

Gli effetti legati all’evoluzione dei tassi di cambio e dei mercati finanziari hanno pesato sulla massa ingestione per 6,8 miliardi.

Nelle attività di White Labelling, gli asset under management sono, invece, progrediti del 2,4% a 76,1 miliardi di franchi con 8,3 miliardi di capitale fresco.

Il risultato operativo è sceso di un quarto a 126,7 milioni, mentre il prodotto da commissioni e servizi è calato del 9% a 499,9 milioni.

L’esercizio in corso non si prospetta migliore. GAM ha messo in stand by i suoi obiettivi a medio termine per concentrasi sulla stabilizzazione delle attività e il ritorno a una crescita durabile.

 

Potrebbe interessarti anche:

Credit Suisse si rafforza in Cina

Il gruppo intende aumentare la partecipazione in Credit Suisse Funder Securities Limited dal 33% al 51%

Credit Suisse desidera aumentare la sua partecipazione dal 33% al 51% in Credit Suisse Funder …