Home / Notizie Finanziarie / Cornèr Banca: un 2018 stabile

Cornèr Banca: un 2018 stabile

Il 67esimo esercizio dell'istituto si chiude con utili in lieve calo a 53,6 milioni di franchi, ma per The Banker l'istituto è il più solido della Svizzera per patrimoni

Si chiude con ricavi statici a 418 milioni di franchi e utili in lieve regresso, da 56,3 a 53,6 milioni il 67esimo esercizio del Gruppo Cornèr Banca, quello relativo all’anno 2018.

Nonostante le cifre siano rimaste invariate, l’istituto ci tiene a sottolineare la sua stabilità come confermato, tra l’altro, dalle statistiche del periodico inglese di analisi finanziarie The Banker che l’anno scorso ha premiato Cornèr come banca più solida della Svizzera in termini di patrimoni per il quarto anno di seguito.

Il bilancio segna un rafforzamento del 3% dei fondi propri, a 1’107.1 milioni di franchi, mentre la somma di bilancio è stata paria a 8’208,3 milioni, in lieve incremento dello 0,8%.

Nel corso dell’anno il crediti alla clientela sono incrementati del 7,9% a 3’833,9 milioni di franchi, ma di contro la liquidità sui conti ha subito una flessione del 10,9% a a 5’478,6 milioni.

La banca mostra un incremento pari del 10,2% del risultato da attività di negoziazione a 96,7 milioni di franchi, mentre quello da operazioni su commissione e da prestazioni di servizio cala del 3% a 203,7 milioni. I costi d’esercizio, per 318,8 milioni di franchi, sono lievitati dell’ 1,7%.

Nel corso dell’esercizio in esame, la banca fa notare l’aumento del personale soprattutto in Ticino dove esistono le principali trutture di Private Banking, Crediti, Cornèrcard e Informatica.

Alla fine del 2018, il Gruppo Cornèr Banca occupava 1’319 collaboratori, pari a 1’255 Full Time Equivalent (Fte) (+25 rispetto al 2017), di cui 891 in Ticino, 158 nel resto della Svizzera e 206 all’estero.

 

Potrebbe interessarti anche:

Spiesshofer abbandona ABB

Il Ceo lascia all'improvviso. Lo sostituirà ad interim l'attuale presidente del Cda, Peter Voser

Abb si ritrova all’improvviso senza amministratore delegato. Ulrich Spiesshofer, infatti,  lascia con effetto immediato il …