Home / Notizie Finanziarie / Credit Suisse meglio del previsto

Credit Suisse meglio del previsto

Il primo trimestre è stato molto proficuo per il gruppo con un utile netto in rialzo dell'8% a 749 milioni di franchi

Credit Suisse ha segnato un primo trimestre al di là di ogni aspettativa. Nel periodo in rassegna, il secondo gruppo bancario svizzero ha nettamente incrementato il suo utile che ha raggiunto i 749 milioni di franchi, in rialzo dell’8% rispetto allo stesso periodo del 2018.

L’utile di gestione è stato pari a 5,39 miliardi di franchi, in calo del 4%. Parallelamente i costi sono scesi del 6% a 4,24 miliardi.

L’utile ante imposte è aumentato dell’1% a 1,06 miliardi. Tutte le unità hanno segnato un risultato positivo ad eccezione della divisione Investment Banking & Capital Market.

La nave ammiraglia del gruppo, ovvero la banca universale svizzera, ha subito una contrazione delle entrate del 4% a 1,38 miliardi, mentre il risultato ante imposte si è contratto del 2%.

Nella gestione patrimoniale, la banca rivendica una massa in gestione record a 786 miliardi di franchi, in ascesa del 6,5% sul trimestre. L’afflusso netto di capitale è stato di 9,6 miliardi, di cui 5 provenienti dalla regione strategica Asia Pacifico.

Tuttavia, proprio in questa area, Credit Suisse ha subito un calo delle attività: la gestione patrimoniale ha vissuto una flessione del 14% mentre l’utile ante imposte si è contratto del 22%.

Potrebbe interessarti anche:

GAM: grossa emorragia di fondi

Da gennaio a marzo, il gestore fondi ha visto uscire 2,1 miliardi di franchi, 4 miliardi nei prodotti targati GAM per entrate di 1,9 miliardi

Nel corso del primo trimestre dell’anno GAM ha vissuto una forte emorragia di fondi. Da …