• Equivalenza estesa fino al 30 giugno

    Grazie a questo prolungamento la Confederazione avrà il margine utile per chiudere la consultazione interna e verrà garantità la continuità della Borsa svizzera

    La Borsa svizzera potrà accedere al mercato europeo fino al 30 giugno 2019, il tempo necessario per …

  • Il Pil ripiega

    Il gruppo d’esperti della Confederazione corregge al ribasso la previsione sulla crescita del PIL negli anni 2018 e 2019

    La debole domanda interna spinge il gruppo d’esperti della Confederazione a correggere al ribasso la…

  • Julius Baer riorganizza la succursale di Lugano

    Con la creazione della nuova unità Intermediaries & Global Custody, dal 1° gennaio entreranno in auge nuove nomine

    La succursale luganese di Julius Baer si riorganizza a seguito alla creazione di una nuova unità ded…

  • Nuove nomine in Credit Suisse

    Il Consiglio Direttivo di Credit Suisse ha deciso nuovi ruoli per il Ticino

    Il Consiglio Direttivo di Credit Suisse ha deciso le seguenti nomine in Ticino con effetto dal 1° ge…

Vontobel fonde alcune sue attività

Vontobel fonderà la sua boutique multi-asset class in una boutique quantitativa che opererà sotto l’insegna di Vescore

L’asset management di Vontobel è in procinto di fondere la sua boutique multi-asset class in una boutique quantitativa che opererà sotto l’insegna di Vescore che, a sua volta, l’istituto svizzero ha acquistato l’anno scorso da Raiffeisen Svizzera. Come specificato dal gruppo in un comunicato stampa, la nuova realtà gestirà qualcosa …

Maggiori dettagli

Bns: tutto resta com’è

L'istituto d'emissione mantiene il tasso sugli averi in deposito negativo e si dice pronta ad intervenire sul mercato dei cambi se necessario

La Banca nazionale svizzera persistere nel mantiene invariata la propria politica monetaria espansiva al fine di stabilizzare l’evoluzione dei prezzi e sostenere l’attività economica. Il tasso di interesse sugli averi a vista detenuti presso la Banca nazionale rimane immutato a −0,75% e la fascia obiettivo per il Libor a tre …

Maggiori dettagli

Credit Suisse: è il top management a partecipare al buyback

Tidjane Thiam e Urs Rohner sono tra i manager che acquisteranno in totale 6,2 milioni di azioni dell'istituto

A seguito della notizia di un buyback di azioni, da parte di Credit Suisse, ora si comprende dai documenti della SIX che ad acquistare quote dell’istituto è stato il top management. Proprio come ha già fatto Sergio Ermotti , che ha acquistato 1 milione di azioni di Ubs lo scorso …

Maggiori dettagli

Equivalenza estesa, almeno per un po’

Alcuni alti funzionari dell'Ue dicono che Bruxelles è disposta a dare ancora sei mesi alla Svizzera per redigere la nuova bozza d'accordo

L’Unione europea continuerà a riconoscere temporaneamente la Borsa Svizzera come luogo di legittimo scambio anche se la Swiss exchange resta, comunque, soggetta alle minacce di un blocco. Due alti rappresentanti dell’Ue hanno dichiarato ieri a Reuters che alla Confederazione sarà garantito un periodo supplementare di sei mesi per accettare un …

Maggiori dettagli

Capitali:quelli italiani a volte ritornano

Se con le sanatorie applicate da Roma negli ultimi anni molti capitali italiani sono ritornati in patria, ora ci sarebbe un'inversione di tendenza

Anche i capitali hanno il loro flusso migratorio. Se con gli scudi e le voluntary disclosure messe in atto dal governo di Roma negli ultimi dieci anni molti patrimoni degli italiani hanno ritrovato la strada di casa, ora il fenomeno si starebbe invertendo di nuovo. Secondo i dati divulgati dalla …

Maggiori dettagli

Credit Suisse: buyback e aumento agli azionisti

Credit Suisse annuncia di riacquistare 1,51 miliardi delle sue azioni nel corso dell'anno prossimo e di distribuire agli azionisti almeno la metà degli utili

Credit Suisse riacquisterà 1,51 miliardi delle sue azioni nel corso del prossimo anno e probabilmente lo farà anche nel 2020. Lo ha dichiarato l’istituto in un comunicato specificando che, per i prossimi due anni, distribuirà agli azionisti almeno la metà del suo utile netto e di aumentare i premi del …

Maggiori dettagli

Il franco non scintilla come l’oro

In questo momento di estrema avversione al rischio il bene rifugio per eccellenza torna ad essere l'oro, seguito da dollaro e Bund

Mai come negli ultimi tempi gli investitori si sono mostrati così pessimisti. Sicuramente l’andamento delle Borse, sia quella americana che quelle europee, che volano molto basso e hanno bruciato in un anno oltre 15 mila miliardi di dollari, è un elemento deterrente nei confronti del rischio,. E quando c’è paura …

Maggiori dettagli