• Manca personale qualificato

    Manpower conferma la penuria di manodopera competente lamentata dai datori di lavoro svizzero. Urgono misure da parte delle aziende

    Un flagello che da anni affligge il mercato del lavoro svizzero è la penuria di personale qualificat…

  • I farmaci arrestano il commercio estero

    A luglio importazioni ed esportazioni hanno subito un calo a causa della battuta d'arresto del settore pharma

    Per il commercio estero, luglio è stato un mese di forte rallentamento. In termini destagionalizzati…

  • Andrea Erba in MoneyPark

    Erba inizia la nuova attività come esperto ipotecario nella filiale MoneyPark di via Lucchini a Lugano

    MoneyPark, società d’intermediari ipotecari indipendenti in Svizzera, ha recentemente aperto una fil…

  • MoneyPark: nuovi direttori a Zurigo e Basilea

    Thomas Dörflinger sarà respnsabile per Basilea, Leo Spichiger per Zurigo

    MoneyPark, la società di intermediari ipotecari indipendenti, nomina Leo Spichiger nuovo direttore r…

Zurich interessata a Poste Italiane?

Rumor sostengono che la compagnia assicurativa svizzera potrebbe avere mire sulla parte Rc auto dell'azienda italiana

Zurich potrebbe essere interessata a diventare partner di Poste Italiane nel settore Rc Auto. La compagnia assicurativa svizzera si aggiungerebbe alla lista dei pretendenti, formata da di Generali, Unipol, Allianz e Axa, che si sarebbero proposti alla società italiana per sviluppare servizi assicurativi. L’ipotesi di un ingresso di Zurich resta, …

Maggiori dettagli

RBS: multa da 5 miliardi

Dovrà pagare gli Usa per le malversazioni legate alla crisi subprime

Il Dipartimento di giustizia americano ha confermato, martedì, di aver raggiunto un accordo con Royal Bank of Scotland per chiudere un contenzioso legato alla crisi subprime. RBS dovrà pagare 4,9 miliardi di dollari e, già a metà maggio, aveva avvisato i mercati che presto avrebbe dovuto far fronte a una …

Maggiori dettagli

ZKB: dipendenti dissuasi a collaborare

Nell'ambito del contenzioso con gli USA, regolato col pagamento di un'ammenda, il procuratore di Manhattan chiarisce le responsabilità dell'istituto

La Banca cantonale di Zurigo non avrebbe cooperato appieno con la giustizia statunitense. Secondo il dipartimento di giustizia americano l’istituto sarebbe colpevole di aver aiutato diversi contribuenti a sottrarsi al fisco e avrebbe dissuaso due collaboratori a collaborare con le autorità. Questi due banchieri, uno ancora in funzione e l’altro …

Maggiori dettagli

Sì alle nozze tra AZ Mediene e NZZ

La Comco osserva una posizione dominante ma non tale da sopprimere la concorrenza sui mercati. Sì anche all'acquisizione di Goldbach da parte di Tamedia

AZ Medien e NZZ  ricevono il benestare della Commissione della concorrenza sulla creazione di un’impresa comune. Nulla osta anche per l’acquisizione di Goldbach da parte di Tamedia. L’esame approfondito ha portato alla luce indizi secondo i quali la creazione di un’impresa comune da parte di AZ Medien e NZZ potrebbe …

Maggiori dettagli

Carte di debito preferite al contante

Quando si tratta di spese totali gli svizzeri scelgono di utilizzare circuiti Maestro o Postfinance

I pagamenti con carta di debito, tipo Maestro o Postfinance, superano quelli in contanti quando si tratta di spese totali. Ciò emerge da uno studio effettuato congiuntamente dall’Università di San Gallo e dall’Università delle scienze applicate di Zurigo pubblicato martedì. Il sondaggio è stato effettuato su un campione di mille …

Maggiori dettagli

Voluntary 3: è la volta delle cassette di sicurezza

Da Roma la nuova proposta di collaborazione volontaria per recuperare il contante attraverso una cedolare tra il 15 e il 20%

Governo che va, voluntary che viene. A Roma il nuovo governo, formato da Lega e Cinque Stelle, rimette sul tavolo la proposta di una terza versione della collaborazione volontaria basata sul recupero del contante e degli averi depositati nelle cassette di sicurezza. L’idea era già stata ventilata dalla precedente leadership, …

Maggiori dettagli

ZKB: chiusa la disputa con gli Usa

Per archiviare un'indagine di sette anni la ZKB pagherà al DoJ 98,5 milioni

La Zuercher Kantonalbank e il Dipartimento di giustizia americano hanno firmato un accordo extragiudiziario per chiudere definitivamente sette anni di indagini che vedevano la ZKB accusata di aver adescato clienti statunitensi spingendoli ad evadere il fisco. Per archiviare la vicenda, la banca cantonale pagherà 98,5 milioni di dollari agli USA …

Maggiori dettagli