• Alexandre Zeller nuovo associato di Lombard Odier

    Zeller lascia la presidenza di Credit Suisse Svizzera per entrare nella banca ginevrina come associato

    Dal prossimo 1°marzo, Lombard Odier avrà un nuovo gestore associato: Alexandre Zeller, attualmente m…

  • Bâloise AM: raccolta di oltre un milardo

    Dal lancio dell'attività la divisione di asset management ha segnato un ottimo afflusso di capitali

    Bâloise ha raccolto oltre un miliardo di franchi di afflusso netto di capitale nella gestione di att…

  • MoneyPark “ruba” Rogemoser a Avaloq

    Il broker ipotecario indipendente svizzero assume Michael Rogenmoser come COO, già responsabile nazionale di Avaloq per Svizzera e Liechtenstein

    MoneyPark, il principale broker ipotecario indipendente della Svizzera, si è aggiudicato Michael Rog…

  • Promozioni in Ubs Ticino

    La direzione regionale nomina nuovi Executive Director, Director, Associate Director e Authorized Officer

    La Direzione Regionale di UBS Ticino annuncia le promozioni per l’anno 2019. Al rango di Executive D…

Capitali:quelli italiani a volte ritornano

Se con le sanatorie applicate da Roma negli ultimi anni molti capitali italiani sono ritornati in patria, ora ci sarebbe un'inversione di tendenza

Anche i capitali hanno il loro flusso migratorio. Se con gli scudi e le voluntary disclosure messe in atto dal governo di Roma negli ultimi dieci anni molti patrimoni degli italiani hanno ritrovato la strada di casa, ora il fenomeno si starebbe invertendo di nuovo. Secondo i dati divulgati dalla …

Maggiori dettagli

Credit Suisse: buyback e aumento agli azionisti

Credit Suisse annuncia di riacquistare 1,51 miliardi delle sue azioni nel corso dell'anno prossimo e di distribuire agli azionisti almeno la metà degli utili

Credit Suisse riacquisterà 1,51 miliardi delle sue azioni nel corso del prossimo anno e probabilmente lo farà anche nel 2020. Lo ha dichiarato l’istituto in un comunicato specificando che, per i prossimi due anni, distribuirà agli azionisti almeno la metà del suo utile netto e di aumentare i premi del …

Maggiori dettagli

Il franco non scintilla come l’oro

In questo momento di estrema avversione al rischio il bene rifugio per eccellenza torna ad essere l'oro, seguito da dollaro e Bund

Mai come negli ultimi tempi gli investitori si sono mostrati così pessimisti. Sicuramente l’andamento delle Borse, sia quella americana che quelle europee, che volano molto basso e hanno bruciato in un anno oltre 15 mila miliardi di dollari, è un elemento deterrente nei confronti del rischio,. E quando c’è paura …

Maggiori dettagli

Il Ticino assumerà un po’meno

L'inizio del 2019 sarà molto propenso all'assunzione da parte dei datori di lavoro Svizzeri, anche se nel nostro cantone ci sarà un lieve rallentamento

Secondo i risultai trimestrali del Barometro Manpower delle prospettive d’impiego, l’ottimismo dimora tra i datori di lavoro svizzeri che si mostrano inclini all’assunzione per il primo trimestre del 2019. A livello nazionale le previsioni sono stabili al 2%, ma tendenti al rialzo rispetto al primo trimestre del 2018. Su base …

Maggiori dettagli

Julius Baer vende attività venezuelane a Santander

Notizia confermata dalla Neue Zuercher Zeitung che specifica che l'istituto svizzero ha venduto alla spagnola il suo portfolio clienti dello Stato sudamericano

I rumor sono diventati notizia: Julius Baer ha venduto le sue attività in Venezuela a Santander. L’istituto zurighese  volta definitivamente pagina nel paese Sudamericano passando alla concorrente anche gli ultimi portfolio clienti rimasti nel Paese. A rivelarlo è la Neue Zuercher Zeitung che scrive che la vendita riguarda prima di …

Maggiori dettagli

SYZ lancia Syz Capital specializzata sui mercati privati

La nuova divisione si concentra sulle opportunità di investimento legate ai segmenti dei mercati privati trascurati dai tradizionali operatori

Il Gruppo SYZ, gruppo finanziario svizzero a conduzione familiare, ha lanciato SYZ Capital, una società specializzata nella consulenza e negli investimenti sui mercati privati. In qualità di quarta divisione aziendale del gruppo, si dedica alla selezione di interessanti opportunità di investimento sui mercati privati, offrendo soluzioni personalizzate attraverso fondi tematici …

Maggiori dettagli

Un anno da dimenticare per gli investitori

Azioni, obbligazioni, oro e petrolio chiuderanno il 2018 tutte in negativo. Per fortuna il dollaro s'è apprezzato

Quest’anno per gli investitori hanno fatto l’en plain rosso. Tutti e quattro i principali settori d’investimento portano, infatti, il segno meno dinanzi a loro: azioni, obbligazioni, oro e petrolio hanno vissuto una pessima annata. Una vera e propria congiunzione astrale, quella di un negativo comune, che raramente si verifica. Dal …

Maggiori dettagli