• L’inflazione ristringe i salari

    Nel 2018 i salari nominali sono cresciuti in media dello 0,5% rispetto al 2017, aumento che conferma la tendenza alla moderazione salariale osservata dal 2010, con dei tassi annui che non hanno superato il +1,0%. Le decisioni relative agli adeguamenti salariali per il 2018 sono state prese alla fine del 2017, quando l’inflazione per l’anno seguente era stimata al +0,2%, mentre si è poi attestata al +0,9%. Il potere d’acquisto dei salari, risultato dell’aggiustamento dei salari nominali all’inflazione, ha quindi registrato per il secondo anno consecutivo un calo, pari allo 0,4%. L’aumento dei salari effettivi (nominali) negoziato a titolo collettivo per il 2018 nell’ambito dei principali contratti collettivi di lavoro (CCL), cui è assoggettato quasi mezzo milione di dipendenti, è stato dello 0,3%. I salari nominali sono aumentati in media del 0,3% nel settore industriale, attestandosi pertanto al di sotto del tasso globale del +0,5% dell’insieme dell’economia svizzera. Le crescite più marcate sono state registrate nel ramo delle industrie chimica, farmaceutica, della cokefazione e della raffinazione (+1,7%) e nel ramo delle industrie della fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche e di altri prodotti minerali non metalliferi (+1,1%). Il calo più importante dei salari nominali è invece stato registrato nell’industria del legno, della carta e della stampa (–0,4%), nonché nell’industria che fabbrica prodotti informatici, di elettronica, ottica, orologeria e apparecchiature elettriche (–0,3%). Il settore terziario ha segnato un aumento degli stipendi dello 0,5% e le evoluzioni più marcate dei salari nominali sono state osservate nei rami dei servizi finanziari, delle attività ausiliarie dei servizi finanziari e delle attività assicurative (+1,5%), seguiti da quelli dell’editoria, degli audiovisivi, delle attività radiotelevisive e delle telecomunicazioni (+1,4%) e da quello delle attività informatiche e altri servizi informativi (+1,4%). In questo settore quattro rami hanno riscontrato un calo dei salari nominali, tra cui quello delle attività professionali, scientifiche e tecniche (–0,1%) e quello dei servizi postali e attività di corriere (–0,1%). Negli ultimi cinque anni il ritmo annuo medio della progressione dei salari reali è stato, per l’insieme dei salariati, dello 0,6% (+0,5% per gli uomini e +0,7% per le donne). In questo lasso di tempo l’evoluzione media dei salari reali del settore secondario è stata pari a +0,5% all’anno. Ad aver maggiormente influenzato l’andamento al rialzo dei salari reali durante questi cinque anni sono stati l’industria chimica e farmaceutica (+1,1%) e il settore della fabbricazione di prodotti informatici, elettronici, elettrici, ottici e dell’orologeria (+0,8%). Gli altri rami industriali hanno presentato tassi di crescita annui medi compresi tra +0,2% e +0,7%. Nello stesso lasso di tempo il settore terziario ha registrato un incremento annuo medio dei salari reali dello 0,6%. Le evoluzioni più marcate dei salari reali sono state osservate nel ramo dei servizi finanziari e delle attività ausiliarie dei servizi finanziari e delle attività assicurative (+1,1%) e nel ramo delle attività di editoria, audiovisive, radiotelevisive e delle telecomunicazioni (+0,9%). Gli aumenti reali medi più contenuti sono stati per contro registrati nel ramo del trasporto e magazzinaggio (+0,1%) e in quello delle attività amministrative e di servizi di supporto (+0,3%).

    Nel 2018 i salari nominali sono cresciuti in media dello 0,5% rispetto al 2017, aumento che conferma…

  • Credit Suisse meglio del previsto

    Il primo trimestre è stato molto proficuo per il gruppo con un utile netto in rialzo dell'8% a 749 milioni di franchi

    Credit Suisse ha segnato un primo trimestre al di là di ogni aspettativa. Nel periodo in rassegna, i…

  • Stefania Oldrati responsabile External Asset Management per il Ticino

    Sostituirà Adalberto Donati ed entra a far parte anche del Regional Maangement Team

    Dal 1. maggio 2019 Stefania Oldrati assumerà in Credit Suisse la funzione di responsabile del settor…

  • Yve Stein nuovo Ceo di EdR Europe

    Con la sua esperienza trentennale nel private banking sostituirà Bernard Coucke dal 1° maggio

    Yves Stein è stato nominato Ceo di Edmond de Rothschild Europe. A partire dal 1° maggio prenderà il …

Raiffeisen Svizzera taglia 200 posti a San Gallo

Organico ridotto di un decimo presso la sede centrale; creata una nuova struttura composta da specifici dipartimenti

Raiffeisen Svizzera ha intenzione di sopprimere fino a 200 posti di lavoro per riuscire a risparmiare circa 100 milioni di franchi. I tagli dovrebbero interessare principalmente la sede centrale sangallese e ciò significa che, all’interno della struttura, entro l’anno prossimo l’organico verrà ridotto di circa un decimo. A San Gallo, …

Maggiori dettagli

SYZ si consolida nella Svizzera tedesca

L'istituto ha assunto Thomas Bachmann e Michael Kiefer, nuovi responsabili dello sviluppo della clientela privata nelle regioni di Zurigo, Zoug e Lucerna

Banque SYZ SA consolida la propria presenza nella Svizzera tedesca e pone le basi per continuare ad espandersi grazie all’assunzione di Thomas Bachmann e Michael Kiefer, nuovi responsabili dello sviluppo della clientela privata nelle regioni di Zurigo, Zoug e Lucerna, una delle aree più importanti per la gestione privata in …

Maggiori dettagli

Vontobel acquisisce porfolio Lombard Odier negli Usa

La clientela americana sarà servita attraverso la sussidiaria Vontobel Swiss Wealth Advisors AG (VSWA)

Vontobel ha finalizzato l’acquisizione del portfolio clienti privati di Lombard Odier negli Usa, operazione che era stata già annunciata lo scorso ottobre. Con questa mossa, Vontobel completa la sua crescita organica nel Wealth Management e nelle attività con i clienti americani che saranno serviti attraverso la sussidiaria Vontobel Swiss Wealth …

Maggiori dettagli

REYL lancia REYL Impact Investing Global Equities

Si tratta di un nuovo veicolo di investimento, un gestione attiva (AMC) in azioni internazionali che permette di investire in maniera responsabile e sostenibile

Il Gruppo REYL lancia un nuovo veicolo di investimento, REYL Impact Investing Global Equities, un certificato a gestione attiva (AMC) in azioni internazionali che permette agli investitori di investire in maniera responsabile e sostenibile. Per rispondere al crescente interesse dei clienti, la Banca intende lanciare a breve altri prodotti a …

Maggiori dettagli

Da Arner e GS Banque nasce One Swiss Bank

La nuova banca, in fase di rebranding, sarà guidata dal Ceo dell'istituto ginvrino, Grégoire Pennone

A seguito della fusione tra Banca Arner e la sua rivale GS Banque, ora sarebbe in corso un rebranding per definire l’identità della nuova realtà nata dall’unione. Il Ceo di GS Banque, Grégoire Pennone, sarà Ceo anche dell’istituto nascente che è stato battezzato col nome di One Swiss Bank. Come …

Maggiori dettagli

J.Safra Sarasin rileva Lombard Odier a Gibilterra

L'istituto comunica di prendere in mano le attività della rivale nel territorio britannico della Penisola iberica, la clientela e i consulenti

J.Safra Sarasin estende la sua presenza a Gibilterra con l’acquisizione delle attività di Lombard Odier sul territorio britannico a sud della penisola Iberica. In un comunicato diffuso ieri, l’istituto precisa di rilevare i clienti e i consulenti alla clientela della rivale a Gibilterra. La cifra della transazione, la cui finalizzazione …

Maggiori dettagli

Ticino: meno imprese iscritte al registro di commercio

Secondo i rilievi dell'Ode la variazione negativa è imputabile a una diminuzione del numero di imprese nei settori secondario, del commercio e finanziario

Nel corso del IV trimestre 2018, sono diminuite le imprese iscritte al registro di commercio in Ticino. La diminuzione è stata pari a ‐79 unità ed è stata causata da un forte aumento delle cancellazioni di imprese dal registro, che hanno raggiunto le 703 unità rispetto alle 407 riportate nel …

Maggiori dettagli