• Bitcoin: nel 2018 previsti consumi stellari

    Quest’anno per i Bitcoin verranno spesi circa 2,55 gigawatt di elettricità, più o meno l’equivalente di quanto consuma l’Irlanda nel corso di un anno.

    La produzione di Bitcoin nel 2018 potrebbe provocare un decisivo aumento dei consumi di energia. Ad …

  • La BNS mantiene la propria politica monetaria espansiva

    La Banca Nazionale Svizzera ha pubblicato i risultati dell’esame trimestrale del 21 giugno 2018 riguardo alla situazione economica e monetaria

    La Banca nazionale svizzera mantiene invariata la propria politica monetaria espansiva. In tal modo …

  • Art Basel: inizia lo show

    Dal 14 al 17 giugno la 49esima edizione surriscalderà le vie di Basilea con performance ed eventi d'eccezione

    Per l’omonima città che la ospita, Art Basel non è una fiera, ma LA FIERA d’arte contemporanea per a…

  • EFG International riorganizza il top management

    Nuovi ruoli a livello interno e regionale

    Il Ceo di EFG International, nell’ottica di una strategia di sviluppo, ha annunciato un riassesto de…

AutoPostale: Vassalli lascia il Cda de La Posta

A seguito dello scandalo sulle contabilizzazioni a scapito dei fondi pubblici, il vicepresidente del Cda del gigante giallo si dimette

A seguito dello scandalo che ha coinvolto AutoPostale, che avrebbe illegalmente incassato sovvenzioni pubbliche, il vicepresidente del Cda de La Posta, Adriano Vassalli, ha annunciato sabato le sue dimissioni ad effetto 26 giugno, data dell’assemblea generale del gruppo. Il 64enne  responsabile del comitato di audit, rischio e conformità indica nel …

Maggiori dettagli

GE Power licenzia meno del previsto

I licenziamenti sul sito svizzero saranno 1'200 e non 1'400

La filale elvetica del colosso americano, General Electrics, ha rivisto al ribasso i suoi intenti di riduzione del personale in Svizzera.  Al termine della procedura di consultazione ha comunicato di voler chiudere 1’200 rapporti di lavoro su 4’500 e non 1’400 come annunciato a fine 2017. L’unità coinvolta è attiva …

Maggiori dettagli

Deutsche Bank in trouble

L'istituto teutonico è sotto stress test negli Usa e rischia di entrare nell'elenco delle bad banks della Fed

Deutsche Bank sta vivendo un brutto momento,  sia in casa propria che all’estero. Soprattutto negli Stati Uniti, dove la Fed considererebbe l’istituto uno tra quelli in peggiori condizioni e a gran rischio. Sì perché negli  Usa sono in corso gli stress test sulle banche straniere attive sul territorio e, in …

Maggiori dettagli

Turismo non vuol dire hotel

L'anno scorso il settore paralberghiero ha registrato 15,9 milioni di pernottamenti, in aumento del 6,9% rispetto al 2016

Sempre più turisti preferiscono trascorrere le vacanze in strutture alternative, come appartamenti o campeggi, piuttosto che la formula hotel. Nel 2017 in Svizzera è stato registrato un totale di 53,3 milioni di pernottamenti, ovvero un aumento complessivo del 5,7% rispetto al 2016. I visitatori indigeni sono stati all’origine di 27,8 …

Maggiori dettagli

UK: filiali bancarie in estinzione

Saracinesche calate a favore dei servizi on line. Dal 2015 si contano 2'868 chiusure

Il Regno Unito perde 60 filiali bancarie al mese e, in questo caso, la Brexit non c’entra. L’imponente calo di succursali dipende, infatti, dallo sviluppo incalzante dei servizi on line che, secondo l’associazione inglese dei consumatori Which?, renderebbe complicato l’acceso della popolazione ai servizi finanziari. L’associazione ha realizzato un sondaggio …

Maggiori dettagli

Kof: crescita meno sostenuta

Riviste lievemente al ribasso le prospettive di crescita, ma niente paura l'economia svizzera va a gonfie vele

Per quanto stia andando a gonfie vele, il 2018 chiuderà un po’sottotono rispetto al previsto. Il Centro di ricerche congiunturali del Politecnico di Zurigo rivede al ribasso le previsioni per il 2018: non una crescita del 2,5%, ma solo del 2,3, mentre l’anno prossimo il Kof si attende un miglioramento …

Maggiori dettagli

Una carta, dodici monete

Swissquote lancia una nuova carta di credito multivaluta e senza spese di commissione

Una carta di credito multi divisa? L’idea è di Swissquote che ha lanciato un nuovo sistema di pagamento per pagare in differenti valute, senza conversione in franchi e senza commissioni. Sono dodici le monete disponibili sulla cara, tra cui dollaro, euro, sterlina e yen. Nella lista anche coni meno comuni, …

Maggiori dettagli

Listino prezzi diamanti all'ingrosso
(Rapaport -25%)

Colore Purezza Carati 0,50 Carati 0,75 Carati 1,00 Carati 1,50
River D IF €   2.825,00 €   4.970,00 €  14.438,00 €  29.295,00
River E IF €   2.197,00 €   3.976,00 €  10.951,00 €  21.762,00
Top Wesselton F IF €   1.848,00 €   3.505,00 €   9.277,00 €  19.042,00
Top Wesselton G IF €   1.709,00 €   3.243,00 €   7.672,00 €  15.171,00
Wesselton H IF €   1.569,00 €   2.982,00 €   6.208,00 €  12.136,00
Tutti i nostri diamanti sono certificati da primari Istituti riconosciuti internazionalmente (H.R.D., G.I.A., I.G.I.) e sono "Diamanti Etici" cioè importati esclusivamente con certificato di origine secondo le 4 risoluzioni ONU che ne garantiscono, in primis, la provenienza totalmente legittima. Rispettano infine il "Best Diamond Trade Practice" contro lo sfruttamento del lavoro minorile.
Siamo membri della più antica Borsa Diamanti di Anversa e possiamo reperire qualsiasi diamante, di qualsiasi purezza, colore e caratura, a prezzi concorrenziali.


Listino prezzi oro

Tipo Peso Prezzo
lingotto oro 999,9 mint 10 gr spot + 3,00%,
20 gr spot + 2,00%,
50 gr spot + 1,50%,
100 gr spot + 1,20%,
lingotto oro 999,9 cast 250 gr spot + 1,00%,
500 gr spot + 0,80%,
1 Kg spot + 0,50%,
Tutti i lingotti sono prodotti e marchiati da primaria Fonderia (Argor-Heraeus) con inscritto il titolo (999,9). Per chi è già nostro cliente, possibilità di comprare oro fisico a prezzo spot (senza ricarico).


Per maggiori informazioni visita il nostro sito internet www.esinv.ch oppure chiamaci
Logo IDB

Via G.B. Pioda 8, CH-6900 Lugano
Per informazioni: tel. +41 91 921 13 80 oppure www.esinv.ch