• Manca personale qualificato

    Manpower conferma la penuria di manodopera competente lamentata dai datori di lavoro svizzero. Urgono misure da parte delle aziende

    Un flagello che da anni affligge il mercato del lavoro svizzero è la penuria di personale qualificat…

  • I farmaci arrestano il commercio estero

    A luglio importazioni ed esportazioni hanno subito un calo a causa della battuta d'arresto del settore pharma

    Per il commercio estero, luglio è stato un mese di forte rallentamento. In termini destagionalizzati…

  • Andrea Erba in MoneyPark

    Erba inizia la nuova attività come esperto ipotecario nella filiale MoneyPark di via Lucchini a Lugano

    MoneyPark, società d’intermediari ipotecari indipendenti in Svizzera, ha recentemente aperto una fil…

  • MoneyPark: nuovi direttori a Zurigo e Basilea

    Thomas Dörflinger sarà respnsabile per Basilea, Leo Spichiger per Zurigo

    MoneyPark, la società di intermediari ipotecari indipendenti, nomina Leo Spichiger nuovo direttore r…

Swiss Life: bene proventi per commissioni e spese

L'utile netto ha registrato un'espansione del 7%, passando a 561 milioni di franchi

Nel primo semestre il gruppo Swiss Life ha incrementato l’utile netto operativo rettificato del 3%, portandolo a 808 milioni di franchi. La risultante crescita dell’utile netto, del 7%, si quantifica in 561 milioni di franchi. Il risultato delle commissioni è passato da 233 milioni di franchi del medesimo periodo dell’anno precedente a 248 milioni di …

Maggiori dettagli

QIA aumenta partecipazione in Credit Suisse

Il fondo sovrano del Qatar torna ad essere tra i principali azionisti dell'istituto svizzero

Dopo aver ridotto, un anno fa, le sue partecipazioni in Credit Suisse, ora il fondo sovrano del Qatar sembra tornare sui suoi passi. La Qatar Investment Authority (QIA) ha aumentato le azioni nell’istituto svizzero del 16,04% oltre le previsioni  del 15,91%. A comunicarlo è una nota della SIX.. QIA deteneva …

Maggiori dettagli

Franco il solito bene rifugio

Il tonfo della lira turca ha spinto la divisa elvetica a 1,13 sull'euro, il livello più basso da inizio anno

A causa della crisi turca, venerdì il franco si è nettamente apprezzato nei confronti dell’euro, in un contesto generale di avversione al rischio che caratterizza i mercati internazionali. La divisa nostrana si è dimostrata essere valore rifugio, nonostante gli analisti non si attendano che la pressione sulla moneta elvetica persista …

Maggiori dettagli

Ubs e Cs poco esposte con la Turchia

I due istituti indicano di avere pochi stanziamenti nel Paese in piena crisi

Ubs e Credit Suisse sarebbero davvero poco esposte con la Turchia. Il primo gruppo bancario elvetico contava, a fine 2017, stanziamenti netti di 552 milioni di franchi, gran parte dei quali sotto forma di crediti. Credit Suisse, invece, non ha rivelato la somma esatta ma ha indicato che la Turchia  …

Maggiori dettagli

Turchia: colpo gobbo sulla lira

Le sanzioni di Trump fanno cadere la moneta turca del 20%. Banche europee molto esposte

Oltre alle anomale temperature che sciolgono i fiordi norvegesi, a infiammare questa bollente estate ci si mette anche la lira turca. Settimana scorsa, il tweet di Trump sull’imposizione di pesanti dazi su acciaio e alluminio, come rappresaglia per la detenzione in Turchia di un pastore evangelico statunitense, ha fatto crollare …

Maggiori dettagli

Facebook se la passa male

Wall Street reagisce male alla presentazione dei risultati del social il cui titolo crolla del 20% bruciando 120 miliardi di capitalizzazione

Il tonfo del 20% a Wall Street ha lasciato sulla pelle di Facebook un livido da 120 miliardi di euro all’indomani della presentazione del bilancio su cui hanno pesato, inevitabilmente, gli scandali sulla fuga di dati personali, tra cui Cambridge Analytica e l’interferenza dei russi sulla campagna elettorale americana, Eppure …

Maggiori dettagli

Raiffeisen: Gantenbein rinuncia alla presidenza

il chairman ad interim dell'istituto di credito ha dichiarato di non voler essere rieletto in occasione delle elezioni di Novembre. Potrebbe succedergli l'ex di CS Meister

Lo scandalo che ha investito Raiffeisen sulle malversazioni del suo ex Ceo, Pierin Vincent ,sta intaccando negativamente le sorti dell’istituto come un effetto domino. Dopo l’arresto preventivo di Vincenz, scarcerato dopo diverse settimane, l’istituto ha vissuto la dipartita anche del nuovo amministratore delegato, Patrick Gisel, perché parte del board quando …

Maggiori dettagli